Notizie

29 Settembre 2016

Tavola periodica, elettroni e… la ricerca della felicità!

Quando il primo anno di università le persone che conosco mi fermavano chiedendomi cosa avevo poi scelto come facoltà, alla mia risposta “Chimica pura ed applicata” le reazioni erano le più svariate: si andava da un livello di stupore quasi normale, ad un forte sbigottimento fino ad espressioni facciali che penso si possano osservare in chi sta assistendo ad un pasto cannibale. IL MALE.

16 Settembre 2016

Correre con i propri idoli

Sprofondo nel divano nel pieno delle vacanze estive per fare una maratona tv di gare delle Olimpiadi di Rio. I colori brasiliani, il tifo, la tensione, il caldo asfissiante e le zanzare che, come ogni giorno, si danno appuntamento sulle mie caviglie per fare aperitivo: dentro e fuori la televisione c’è proprio tutto per un pomeriggio, in qualche modo, sportivo.

22 Luglio 2016

Gmg, comunque andare

Quando vai a scuola, l’estate oltre al fascino del riposo, delle vacanze e del divertimento, porta con sé un certo non so chè di misterioso riguardo al destino dei prof.

20 Giugno 2016

Sulle ali della chimica

Nel passaggio da studentessa universitaria a prof, una delle cose più traumatiche da affrontare è stato il sabato mattina. Quando sei all’università ti dimentichi della sua esistenza, è una parte della settimana che non dura più di due/tre ore e, con la possibilità di dormire a oltranza, ti scordi in fretta di quanti sabati hai passato sui banchi di scuola; diventare prof te lo fa ricordare molto in fretta.

31 Maggio 2016

O il 3G o la vita

Nel linguaggio comune, l’espressione che esprime il sacrificio massimo che possiamo compiere verso qualcuno è legato al privarsi di un rene, con le diverse accezioni del caso.