Notizie

Fotografia 23 Novembre 2021

A ciascuno la sua verità

Luigi Pirandello quando scrive il romanzo “Quaderni di Serafino Gubbio operatore” credo intendesse indagare le tante prospettive della percezione del reale interpretata dalla macchina, cosa che l’autore siciliano approfondì in altri scritti ed ancor di più nel testo teatrale “Così è (se vi pare)”, riguardo però all’interpretazione di ciascuno dei fatti che accadono. Quanto sopra […]

Fotografia 6 Ottobre 2021

Che fortuna essere nato povero

È stato senz’altro un incontro particolare quello con Mario Giacomelli. Non andai a trovarlo a Senigallia nella sua tipografia, ma fu quando nel 1980 acquistai alla Pilotta di Parma il catalogo a lui dedicato dal dipartimento di fotografia dell’Università di Parma, meglio noto come Centro Studi e Archivio della Comunicazione; quella straordinaria istituzione, fondata nel […]

Fotografia 7 Settembre 2021

Specializzato nel generico

Credo non ci sia altro modo per meglio definire le caratteristiche di un fotoreporter, me lo sono detto sempre anch’io durante i trent’anni che ho passato a scattare immagini per quotidiani e settimanali. Il fatto è che un giorno devi fare il ritratto ad un personaggio famoso, il giorno dopo ti mandano a documentare un […]

Fotografia 26 Agosto 2021

Usate la verità come pregiudizio

La Valle d’Aosta per le sue bellezze, i tanti castelli e le sue vette immacolate, ha sempre attirato i fotografi a cominciare da Vittorio Sella (Biella, 1859-1943), considerato il pioniere della fotografia di alta montagna, per arrivare ai tanti dilettanti e professionisti che sono ritornati a casa, dopo un soggiorno in Vallée, quasi sempre con delle buone immagini. Così l’attenzione verso l’arte fotografica è ricambiata dalla giunta regionale col proporre ogni anno importanti mostre fotografiche soprattutto al forte di Bard e nel capoluogo.

Fotografia 16 Giugno 2021

La terza dimensione nella fotografia

È stato uno dei miei primi innamoramenti e, come succede sempre per le prime passioni, non è possibile che io lo dimentichi. Wynn Bullock l’ho incontrato in quel sancta santorum dei libri d’arte che era il retrobottega dell’edicola di Ivo Gazzini, affacciata sulla centralissima via Emilia Santo Stefano a due passi da piazza del Monte. Mi fermavo spesso a curiosare su quei banconi zeppi di pubblicazioni che arrivavano un po’ da tutto il mondo; il libro stava lì, piccolo e quadrato, con la sua copertina bianca da cui il nome di Wynn Bullock sembrava chiamarmi.

Fotografia 18 Maggio 2021

Manuel Alvarez Bravo da studente a professore

Una profonda e delicata poesia, una sottile e disperata ironia emanano dalle sue fotografie, come quelle particelle che, sospese nell’aria, rendono visibile il raggio di luce che penetra in una stanza immersa nelle tenebre.” Così si espresse sul lavoro di Alvarez Bravo, alla fine degli anni Venti, Diego Rivera, pittore e principale esponente del muralismo messicano; movimento che ha poco a vedere con il graffitismo di oggi per la cronaca, almeno perché quelli ricevevano una comanda per dipingere, mentre questi quasi sempre, per non dire quasi mai, no.

Fotografia 13 Aprile 2021

Sulla parola

Nuova puntata della rubrica Fotosofia, a cura del nostro fotografo Giuseppe Maria Codazzi, su come anche nel mondo delle foto “circolano” troppe parole.

31 Agosto 2020

E se qualcuno ti dà una mano…

Un caro amico e frequentatore di queste mie note, M. C. per la cronaca – lascio solo le iniziali come si faceva nei ‘feuilleton’ dell’ottocento per indicare una persona nota senza peraltro renderla riconoscibile a tutti onde evitare polemiche e lamentele – mi ha suggerito di andarmi a leggere le ultime considerazioni sul ‘blog’ che Michele Smargiassi pubblica sul sito di Repubblica sotto il nome di ‘Fotocrazia’. In calce vi lascio il link se volete leggervelo.

18 Aprile 2020

Apparire o essere vale anche in fotografia

Una cara amica che ha la fortuna di abitare a Montalto, dico la fortuna perché una volta se ne lamentava, ma di questi tempi ne apprezza assai l’isolamento e credo che passata la ‘tempesta’ non lo disdegnerà mai più. Bene, dicevo, questa cara amica mi ha inviato un messaggio chiedendomi cosa ne pensavo di un video che in questi giorni imperversa nella Rete, ne stava discutendo con i suoi amici del CEIS. Qui sotto il video se qualcuno di voi non l’avesse già visto.

6 Febbraio 2020

Sono tornato in camera oscura

“Stampare mi esaurisce, Se qualche volta sono irritabile è mentre stampo. La cosa c’entra con l’economia. Se la prima stampa è quasi giusta,  l’economia dice che va ‘abbastanza bene’, ma l’artigiano dice che ‘abbastanza bene non è abbastanza’.”