Notizie

Arte 2 Giugno 2022

Ma alla fine, cos’è l’arte?

Ma alla fine, signori, l’arte cos’è? Qui a scriverne, lì a parlarne. In fondo, però, cosa si immagina? No, non guardare altri. Non chiedere la risposta a tuo marito accanto. Non andare a cercare la risposta illuminata in una pagina Facebook intitolata LeMiglioriFrasiDeiLibri. Per te. Cos’è? Credo sia una domanda fondamentale di solito posta all’inizio […]

Venature di Legname 20 Maggio 2022

Peter

Sulla scrivania ho un barattolo dove inserisco bigliettini, pizzini; di solito succede una cosa simile a questa: sto studiando, rumore esterno, la rivoluzione di una mosca nella stanza, l’irruzione di una nuvola tra le grate della finestra e la mia mente, già evaporata via, per rimanere ancorata a quel momento cosa fa? scrivo. Due parole. […]

Venature di Legname 6 Aprile 2022

Dove non si tocca

Come si comincia? Agata ama il film Il favoloso mondo di Amelie e come la protagonista porta il caschetto e ama osservare e descrivere il mondo nei suoi gesti più inconsapevoli e forse banali convinta che solo così possa trattenerne un pezzettino, uno spicchio di umanità. Agata cammina per la strada ed intanto mastica le […]

Venature di Legname 24 Marzo 2022

Suggestioni

Sta correndo in bicicletta. Meccaniche le gambe si muovono su e giù sui pedali, spingendo con vigore. Lo sterrato è frantumato in buche, pietre e vecchia calce spunta dall’erba. Una ruota, quella posteriore, sembra sgonfia. Arranca su una pozza di fango raggrumato. Sì, è decisamente sgonfia. La nube di affanno si perde sminuzzata nel vortice […]

Amelia Rosselli 25 Febbraio 2022

Partitura quadrata

A sentirlo, il suo italiano, con la sua voce, timbro grave ed inflessione tendente al serio, graffiante ed un poco nasale, con schegge di erre pronunciate alla francese (perché una fetta di lei è anche francese), a sentirlo, dicevo, il suo italiano non pare italiano. Chi è? All’anagrafe recita come Amelia Rosselli, nata a Parigi […]

Storia di un artigiano 9 Febbraio 2022

È rotto

Si segue per un po’ la ferrovia. A destra, una siepe, dei cassonetti e sta lì: con un giubbottino primaverile, grigio e cappello a visiera blu è immerso nel suo universo. Un cubico edificio, modesto ma costruito, progettato con meticolosità, a portata delle sue mani. Ogni oggetto, ogni arnese ha un posto preciso. Definito. Quando non lo vedono in casa – dov’è Arnaldo? – sarà nel suo covo, è la risposta. E come per ogni tana sta in un punto strategico, nascosto, fuori mano ma in grado , per il suo coinquilino, di poter scorgere chi sta arrivando, possibili visitatori o curiosi.

Poesia 24 Gennaio 2022

Cespuglio

Il valore dell’insegnamento (anche quando l’allievo sempre distratto) nella nuova puntata della rubrica “Venature di legname”, di Cecilia Iotti

Spiritualità 14 Gennaio 2022

Controluce

Sono tra gli ultimi del gruppo, tra chi si attarda a fare foto: si capita rare volte nel deserto e quando si è dentro, ogni angolo infinitamente uguale infinitamente diverso va immortalato, squadrato, impresso. Solo il vento tra le rocce. Le foto: un amico, sul ciglio del canyon, maglia bianca e bandana blu, un’altra foto: […]

Natura 28 Dicembre 2021

Mario

Su un sentiero il silenzio non è assoluto: si colora di fiato, fiato di chi sale o degli scarponi che masticano la neve tra i denti delle suole.

Musica e bellezza 11 Dicembre 2021

E se per strada…

C’è un massiccio portone. E, ad un occhio più attento, si nota un tondo con il muso di un cavallo a mo’ di araldo. Qui, nel conservatorio di Reggio, si sta accerchiati da onde di flauti a sinistra e pianoforte a destra: riconosco uno studio di Mendelssohn; in un’altra aula suona invece un clarinetto nelle […]