Notizie

1 Aprile 2016

I vincitori di “Appennino Gastronomico”

Nella splendida cornice delle colline di Fosdinovo, crocevia tra Emilia, Toscana e Liguri, si è festeggiata l’ottava edizione della rassegna ‘Appennino Gastronomico – Menu a Km Zero’. Il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano, Coldiretti e la Scuola internazionale di Cucina Italiana, ALMA, hanno premiato i vincitori delle tre categorie previste dal concorso. Per la classifica dei migliori ristoranti del Parco Nazionale, si aggiudica il primo premio il Villaggio Anemone di Sillano-Giuncugnano in Garfagnana (LU); sul podio più alto della categoria ristoranti della Riserva ‘Uomo e Biosfera’ dell’UNESCO sale l’Agriturismo La Burlanda di Fosdinovo (MS); tra i produttori la palma d’oro va all’azienda Ca’ Mezzadri di Corniglio (PR). Otto le menzioni speciali.

19 Marzo 2016

Neve Natura: continuano le adesioni al progetto

In Appennino continua a nevicare e sono molte le classi che scelgono di trascorrere qualche giorno immersi in una montagna incantata. Dal crinale parmense a Succiso, da Monterosaro, sotto il Cusna, a Civago: le strutture che quest’anno collaborano con il Parco Nazionale nel progetto ‘Neve Natura e Cultura d’Appennino’ lavorano a ciclo continuo. La risposta di insegnanti e Dirigenti scolastici è molto positiva. Così, il decennale di ‘Neve Natura’ si sta profilando come un successo che si può seguire passo passo sul blog presente sul sito del Parco Nazionale, http://www.parcoappennino.it/blog/.
Curiosando tra i post troviamo le foto de ‘la carica dei 101’. Tanti sono, infatti, gli studenti delle scuola media ‘Leonardo da Vinci’ di Reggio Emilia, arrivati questa settimana a Civago e Monterosaro.
“I ragazzi, ospiti dall’Albergo Val Dolo, Centro visita del Parco Nazionale, si sono divisi in due gruppi – racconta il tutor Fabrizio Ganapini – I primi hanno incontrato i tecnici del soccorso alpino con i quali hanno provato, durante una breve ciaspolata, l’esperienza della ricerca ARTVA, seguita da una visita alle borgate di Civago. Il secondo gruppo ha provato l’esperienza dello sci di fondo sulle piste di Boscoreale di Frassinoro, Comune della provincia di Modena presente nell’Area MaB Unesco. Prima di cena abbiamo fatto una piccola lezione sulla vita di oggi e di una volta nell’alto Appennino. Dopo cena abbiamo incontrato lo storico Carlo Baja Guarienti che ci ha raccontato “La corte, la foresta e il mondo, l’Ariosto la Storia e le storie” una lezione racconto che è riuscita a catturare l’attenzione dei ragazzi”.
Il programma delle prossime giornate prevede: lupi, pipistrelli e biodiversità. Esperienze da vivere in natura costruendo un percorso condiviso e identitario che permette, a tutte le classi, di scoprono il Parco Nazionale e l’Area MaB UNESCO, grazie anche a lezioni mirate a cura dallo staff del Parco.

18 Marzo 2016

Sciacchetrail 2016: si rafforza il legame tra Parchi di Mare e d’Appennino

Il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano, nell’ambito del progetto Parchi di Mare e d’Appennino, anche quest’anno sarà presente a Monterosso a Mare nel Parco delle Cinque Terre, in occasione di Sciacchetrail 2016, secondo ultratrail attraverso il patrimonio UNESCO delle Cinque Terre, che aprirà una finestra su questa straordinaria realtà sportiva e vitivinicola, mostrandone eccellenze, originalità e bellezze, attraverso convegni, incontri, degustazioni dedicate e spazi espositivi.

4 Marzo 2016

Neve Natura: eccellenze d’Appennino

A Neve Natura, questa settimana, sono protagoniste diverse classi di Istituti Superiori provenienti da Parma, Reggio Emilia, Castelnovo ne’ Monti e Parto. Nel Centro visita del Parco Nazionale a Civago, l’Albergo Val Dolo, i ragazzi dell’Istituto scolastico toscano hanno fatto il battesimo dello sci di fondo. Grazie, infatti, agli operatori che con molta cura hanno battuto la neve, gli studenti hanno potuto sciare in un luogo molto suggestivo: il Bosco Reale a Frassinoro, Comune MaB Unesco dell’Appennino modenese.

28 Febbraio 2016

Neve Natura: un percorso identitario alla scoperta dell’Appennino

Continua ‘Neve Natura e Cultura d’Appennino’, lo stage formativo ideato del Parco Nazionale e realizzato in collaborazione con gli operatori del territorio e il mondo della Scuola. Protagonisti di questa settimana sono i ragazzi delle secondarie di primo grado alla scoperta dell’Appennino. Un territorio che gli appartiene e per il quale, lo stesso progetto ‘Neve Natura’, intende contribuire alla costruzione di un percorso identitario. Per fare ciò lo staff del Parco Nazionale ha proposto agli studenti delle prime medie dell’Istituto Comprensivo di Villa Minozzo (RE), di Casina (RE), di Corniglio (PR) e di Aulla (MS), un programma ricco di suggestioni e attività in ambiente.
Tante opportunità sono costruite grazie a una rete di amici del Parco Nazionale che hanno offerto la loro disponibilità, come la guida alpina Massimo ” Ruffo ” Ruffini esperto del sistema di rilevamento dell’ARTVA utilizzato per il soccorso in montagna, il fotografo Davide Marcesini, specializzato in scatti naturalistici, la professoressa Clementina Santi esperta in letteratura e storia delle tradizioni culturali delle vallate dell’alto Appennino, Davide Tronconi dei Briganti di Cerreto che racconta la filiera del castagno, e non ultima, Vittorina Chiesi che, partendo dalle leggende del territorio, ha sviluppato un laboratorio creativo.
In particolare la signora Chiesi racconta ai ragazzi la leggenda del tesoro del Monte Penna di Civago, da cui hanno preso origine i ‘Picchiarini’, veri e propri artisti nel modellare i sassi da costruzione. Da qui l’idea di far utilizzare agli alunni alcune pietre trasformate, poi, in “sassi animati” con colori, pennelli, carta e molta fantasia. Oltre la manualità e l’immaginazione, il laboratorio è utile anche per sviluppare una narrazione e un’interazione all’interno della classe.
Per molti di questi ragazzi le attività si colluderanno sabato, quando saranno raggiunti dai genitori con i quali svolgeranno l’ultima escursione.

21 Febbraio 2016

La magia di ‘Neve Natura’: oltre cento di studenti in Appennino

La neve finalmente arriva in Appennino, almeno quanto basta per rendere ancora più significativa l’esperienza che tante scolaresche stanno facendo in questi giorni grazie allo stage formativo ‘Neve Natura e Cultura d’Appennino’, organizzato dal Parco Nazionale in collaborazione con gli operatori del territorio. Sono oltre cento gli studenti dell’Istituto di istruzione superiore ‘Bertrand Russel’ di Guastalla che in questa settimana si stanno alternando presso il Centro visita di Succiso, La Valle dei Cavalieri. Gli insegnanti, consapevoli del valore di questa esperienza, hanno coinvolto in questo progetto didattico i diversi indirizzi dell’Istituto. Un ricco programma di attività e incontri è stato elaborato in collaborazione con lo staff del Parco Nazionale per declinare tutti gli aspetti identitari del progetto.

Neve Natura e Cultura d’Appennino 10 Febbraio 2016

Neve Natura a Villa Minozzo è un successo che crea sviluppo

La seconda settimana di Neve Natura e Cultura d’Appennino vede impegnate sei classi: quattro delle scuole superiori e due primaria, provenienti da Reggio Emilia, Fiorenzuola e Villa Minozzo. Le scolaresche saranno ospitate a Lagdei (sul crinale parmense), Succiso, Civago e Monteorsaro (nell’alto Appennino reggiano). Le ultime due strutture, in particolare, sono nel Comune di Villa Minozzo.

25 Novembre 2015

In Brasile meeting degli Ambasciatori Affettivi del Parco

Si sta svolgendo in questi giorni in Brasile il secondo meeting degli Ambasciatori Affettivi del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano formati con Orizzonti Circolari, nell’ambito di Parco nel Mondo, e quest’anno con il progetto SCORE.

14 Ottobre 2015

L’Autunno d’Appennino, concorso fotografico per le scuole

Il Parco Nazionale in collaborazione con Andrea Greci e Antonio Rinaldi, autori della pubblicazione ‘Autunno d’Appennino – I colori del foliage nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano’, promuove un concorso fotografico rivolto alle Scuole primarie, secondarie e superiori che parteciperanno, entro il 30 novembre, ad attività didattiche nel Parco.