Notizie

19 Maggio 2016

Grandine di grazie

Se il motto “Sposa bagnata sposa fortunata” fosse estensibile dal sacramento del matrimonio a quello dell’ordine, potremmo ben dire che la nostra Chiesa, sposa di Cristo e dei suoi ministri, ha ricevuto una vera “fortuna” nella persona dei novelli preti don Giancarlo e don Andrea. Tanta fortuna, a giudicare dalla bomba di acqua e grandine che si è rovesciata su Reggio pochi minuti prima che la coinvolgente liturgia di ordinazione avesse inizio. Lo Spirito Santo, oltre alle fiammelle di fuoco, ha voluto così far piovere la sua benedizione sulla Diocesi in forma di copiosa precipitazione, né mancava il vento gagliardo. Il rovescio, arrestatosi – almeno sulla zona del centro storico – intorno alle ore 19, è poi ripreso impetuosamente alle 20, pronto ad accompagnare amici e volenterosi verso i festeggiamenti ai neo ordinati, allestiti nei locali della parrocchia di Sant’Agostino.
Tanti, tantissimi i motivi di gioia, in questa vigilia di Pentecoste dell’Anno Santo straordinario della Misericordia. Tutti dipinti sui volti felici dei tre giovani protagonisti di questa Messa a lungo attesa, che hanno avuto il coraggio di rispondere di sì alla chiamata di Gesù a seguirlo in pienezza, anima e corpo.
Andrea Lazzaretti, il nuovo diacono, che ha davanti l’ultimo anno di preparazione al sacerdozio, già chiamato ad esercitare il suo ministero “con umiltà e carità in aiuto all’ordine sacerdotale, a servizio del popolo cristiano”, come recita una delle formule d’impegno.

12 Maggio 2016

Diaconato alla scuola della Visita pastorale

I modi garbati e la disponibilità di don Andrea Volta sono rimasti gli stessi del colloquio di un anno fa. Anzi, il diaconato ha aggiunto una consapevolezza e, verrebbe da dire, una serenità ancora maggiore a questo giovane ventiseienne della parrocchia di Santa Maria Assunta in Reggiolo, membro della Comunità Sacerdotale Familiaris Consortio. (LEGGI LA STORIA DI VOCAZIONE DI DON ANDREA).
Anche per lui, come per don Giancarlo, l’anno del diaconato ha coinciso con un nuovo incarico: dal servizio stabile nell’unità pastorale di Casalgrande e Salvaterra, dove si occupava dei gruppi del dopo Cresima e della visita agli ospiti della Casa famiglia Mattioli-Garavini, è stato chiamato dal Vescovo alla segreteria della visita pastorale. “Avevo già iniziato a prendere contatto con i parroci nel mese di maggio dell’anno scorso – precisa don Andrea – poi abbiamo attuato le prime visite. Nei fine settimana in cui non ero impegnato nella Visita pastorale mi sono appoggiato alla parrocchia di Albinea, che già conoscevo perché avevo fatto alcuni anni di servizio”. Anzi, oggi dobbiamo scrivere unità pastorale “Sacra Famiglia” delle parrocchie di Albinea, Montericco e Borzano: il nuovo nome è stato annunciato dal parroco don Gigi Lodesani proprio alla fine della Visita pastorale che vi si è tenuta dal 5 al 7 febbraio scorsi.

12 Maggio 2016

Interpretare la vocazione attraverso i segni che lascia Gesù

Affronta il passo del diaconato in solitudine, ma sembra sapere il fatto Suo, dove la maiuscola sul possessivo indica una consegna sicura e comunque definitiva alla volontà di Dio.
Andrea Lazzaretti, figlio di Giovanni e Angela Maria Azzolini, è nato il 6 novembre 1989 a Correggio e proviene dalla parrocchia di San Martino Vescovo in San Martino in Rio. Ha due sorelle maggiori, Anna e Giulia. La famiglia ha agevolato il suo cammino verso il ministero presbiterale, accogliendo benevolmente fin dal primo momento don Pietro Rabitti, il sacerdote che ha avuto un ruolo decisivo nella maturazione della vocazione del loro figlio.
Andrea frequenta le scuole elementari e medie a San Martino in Rio, poi il liceo scientifico “Corso” a Correggio, diplomandosi nel 2008. Nel 2011 consegue la laurea triennale in Fisica all’Università di Modena, e nel settembre dello stesso anno avvia il suo percorso di formazione in vista del presbiterato nella casa di Borzano della Comunità Sacerdotale Familiaris Consortio.
Ma la vocazione, come si è manifestata? “Non ci ho mai pensato prima del 2009, quando già avevo iniziato l’università”, racconta il giovane. Nell’estate di quell’anno Andrea prende parte ad un campeggio in montagna della parrocchia di San Martino in Rio come educatore dei ragazzi delle medie. Parroco allora don Giancarlo Pergreffi, il vicario parrocchiale era don Pietro Rabitti. “Guardando come don Pietro stava in mezzo ai giovani ho iniziato a pensare: e se il Signore chiamasse anche me su quella strada? O per lo meno a dire… perché no?”, afferma l’ordinando diacono.
“È stato don Pietro a tirare su nella fede me e alcuni miei amici, stando molto tempo con noi e proponendoci diverse esperienze”. Tra queste, l’incontro con il Movimento Familiaris Consortio. Già dal 2008 Andrea instaura legami di amicizia all’interno del Movimento Giovani, che poi si estendono come per osmosi ai membri della Comunità Sacerdotale.

29 Maggio 2015

Felici come una Pentecoste

Dal ts del 28 maggio 2015 Festa grande sabato in Cattedrale per quattro sacerdoti e due nuovi diaconi. Presentiamo  il servizio dedicato all’ordinazione di quattro nuovi preti e di due diaconi incamminati verso il sacerdozio. Alla festa in Cattedrale c’era Edoardo Tincani per il Ts.   Tutte le foto delle Ordinazioni in cattedrale sono visibili […]

22 Maggio 2015

Il vescovo Camisasca ordina quattro sacerdoti e due diaconi

La Chiesa di Reggio Emilia-Guastalla gioisce per il dono di quattro sacerdoti (Armando Caramaschi, Armin Eshaghpoor Goktape, Matteo Galaverni e Domenico Reverberi) e di due diaconi (Giancarlo Minotta e Andrea Volta).
L’ordinazione presbiterale e diaconale avverrà in un’unica celebrazione presieduta dal vescovo Massimo Camisasca sabato 23 maggio alle 18 in Cattedrale.

18 Maggio 2015

Ordinazione diaconale e presbiterale

Sabato 23 maggio è prevista in Cattedrale a Reggio, ore 18,  l’ordinazione di quattro nuovi sacerdoti e due nuovi diaconi: Armando Caramaschi, Armin Eshaghpoor Goktape, Matteo Galaverni, Domenico Reverberi saranno ordinati  sacerdoti mentre Giancarlo Minotta e Andrea Volta saranno ordinati diaconi.