Notizie

12 Maggio 2016

Diaconato alla scuola della Visita pastorale

I modi garbati e la disponibilità di don Andrea Volta sono rimasti gli stessi del colloquio di un anno fa. Anzi, il diaconato ha aggiunto una consapevolezza e, verrebbe da dire, una serenità ancora maggiore a questo giovane ventiseienne della parrocchia di Santa Maria Assunta in Reggiolo, membro della Comunità Sacerdotale Familiaris Consortio. (LEGGI LA STORIA DI VOCAZIONE DI DON ANDREA).
Anche per lui, come per don Giancarlo, l’anno del diaconato ha coinciso con un nuovo incarico: dal servizio stabile nell’unità pastorale di Casalgrande e Salvaterra, dove si occupava dei gruppi del dopo Cresima e della visita agli ospiti della Casa famiglia Mattioli-Garavini, è stato chiamato dal Vescovo alla segreteria della visita pastorale. “Avevo già iniziato a prendere contatto con i parroci nel mese di maggio dell’anno scorso – precisa don Andrea – poi abbiamo attuato le prime visite. Nei fine settimana in cui non ero impegnato nella Visita pastorale mi sono appoggiato alla parrocchia di Albinea, che già conoscevo perché avevo fatto alcuni anni di servizio”. Anzi, oggi dobbiamo scrivere unità pastorale “Sacra Famiglia” delle parrocchie di Albinea, Montericco e Borzano: il nuovo nome è stato annunciato dal parroco don Gigi Lodesani proprio alla fine della Visita pastorale che vi si è tenuta dal 5 al 7 febbraio scorsi.

12 Maggio 2016

Interpretare la vocazione attraverso i segni che lascia Gesù

Affronta il passo del diaconato in solitudine, ma sembra sapere il fatto Suo, dove la maiuscola sul possessivo indica una consegna sicura e comunque definitiva alla volontà di Dio.
Andrea Lazzaretti, figlio di Giovanni e Angela Maria Azzolini, è nato il 6 novembre 1989 a Correggio e proviene dalla parrocchia di San Martino Vescovo in San Martino in Rio. Ha due sorelle maggiori, Anna e Giulia. La famiglia ha agevolato il suo cammino verso il ministero presbiterale, accogliendo benevolmente fin dal primo momento don Pietro Rabitti, il sacerdote che ha avuto un ruolo decisivo nella maturazione della vocazione del loro figlio.
Andrea frequenta le scuole elementari e medie a San Martino in Rio, poi il liceo scientifico “Corso” a Correggio, diplomandosi nel 2008. Nel 2011 consegue la laurea triennale in Fisica all’Università di Modena, e nel settembre dello stesso anno avvia il suo percorso di formazione in vista del presbiterato nella casa di Borzano della Comunità Sacerdotale Familiaris Consortio.
Ma la vocazione, come si è manifestata? “Non ci ho mai pensato prima del 2009, quando già avevo iniziato l’università”, racconta il giovane. Nell’estate di quell’anno Andrea prende parte ad un campeggio in montagna della parrocchia di San Martino in Rio come educatore dei ragazzi delle medie. Parroco allora don Giancarlo Pergreffi, il vicario parrocchiale era don Pietro Rabitti. “Guardando come don Pietro stava in mezzo ai giovani ho iniziato a pensare: e se il Signore chiamasse anche me su quella strada? O per lo meno a dire… perché no?”, afferma l’ordinando diacono.
“È stato don Pietro a tirare su nella fede me e alcuni miei amici, stando molto tempo con noi e proponendoci diverse esperienze”. Tra queste, l’incontro con il Movimento Familiaris Consortio. Già dal 2008 Andrea instaura legami di amicizia all’interno del Movimento Giovani, che poi si estendono come per osmosi ai membri della Comunità Sacerdotale.