Notizie

Battistero 26 Dicembre 2023

Pio Istituto Artigianelli, due mostre per i 150 anni

Il Battistero di San Giovanni Battista – a fianco della Cattedrale – ospita fino al 16 gennaio le mostre “Insegnare a pescare. La pastorale sociale di Don Zefirino Iodi e la storia del Pio Istituto Artigianelli a Reggio Emilia (1873-2023)” e “La raccolta di opere d’arte del Pio Istituto Artigianelli-Ets. Un patrimonio per la città di Reggio Emilia”. Entrambe le esposizioni celebrano i 150 anni di attività dell’Istituto che si occupa si occupa di attività socio assistenziali ed educative verso minori. Questi gli orari di visita: venerdì, sabato e domenica, ore 9.30 – 12.30 e 16.30 – 19.

Mostra dei presepi 12 Dicembre 2023

Salvarano, al via la mostra

L’apertura della mostra “Salvarano, il sentiero dei presepi” si effettuerà sabato 16 dicembre alle ore 11, mentre la chiusura è prevista per domenica 14 gennaio 2024. Gli orari di apertura saranno: dal 16 al 23 dicembre e dal 7 gennaio al 14 gennaio 2024 prefestivi e festivi aperto al pomeriggio: dalle ore 14.30 alle ore 18; dal 24 dicembre al 7 gennaio 2024 aperto tutti i pomeriggi dalle ore 14.30 alle ore 18.

Mostra 13 Ottobre 2023

La mostra “CHRONOS”

Ultimo weekend per visitare la mostra “CHRONOS” nella ex chiesa di San Francesco C’è tempo fino a domenica 15

Mostra 17 Maggio 2023

Fabrizio Loschi, e l’infinito verticale

“Il Sacro è un momento, tra la preghiera e lo schiaffo della rivelazione”. Si apre così un capitolo del catalogo della mostra di Fabrizio Loschi, in corso alla galleria L’Ottagono di Bibbiano, dal titolo 8infinito verticale. Otto appunto come l’infinito, verticale come la tensione dell’uomo verso il cielo. E le sue opere, di materia potente e densa spiritualità, dalla terra tendono verso l’alto, in desiderio costante verso quello che non si vede e che ci attraversa.
Le opere di Fabrizio Loschi sono pensieri incarnati o come lui stesso ama dire il suo ‘osso del cuore’, in costante silenzioso ascolto.
L’artista modenese, non nuovo ad esposizioni in terra reggiana, si muove tra poesia, pittura, scultura e grafica e tra materiali diversi. Bronzo, creta, ceramica, alluminio, libri e testi su cui disegnare. Fortemente ispirato dalla grande arte europea tra le due guerre, Loschi è modernamente ancorato al proprio tempo che attraversa con spirito critico, curioso di ogni forma di espressione e di vita.