Un secolo di infanzia a Pieve Rossa

Un secolo di infanzia a Pieve Rossa: è questo il titolo scelto per il volume curato da Franca Agnese Carnevali e Gabriele Corradini, che ripercorre l’attività della scuola materna parrocchiale “Aimone Landini”, nata nella frazione di Pieve Rossa nel 1920 (l’altra scuola materna parrocchiale “Maria Immacolata” si prepara a vivere anch’essa nel prossimo anno i cento anni di attività).

Una realtà importante, quella di Pieve, per tutto il territorio bagnolese, che negli anni si è rinnovata e ampliata, sotto la direzione di tanti parroci che hanno guidato la comunità e di numerosi laici, impegnati
nella conduzione della scuola.
La professoressa Carnevali è nipote del compianto don Romano, parroco dal 1958 al 1983, che ha voluto la costruzione della nuova scuola nei primi anni Sessanta e che ha tenacemente lavorato perché i bambini potessero avere spazi adeguati e belli.

Gabriele Corradini da anni si occupa, con altri laici, del buon funzionamento della scuola e dagli archivi dell’asilo, ha rispolverato
tanti documenti che – inseriti appositamente nel libro – creano la storia di una scuola dell’infanzia che continua la sua opera di educazione dopo ancora cento anni.

Vi invitiamo domenica 26 maggio alle ore 17 nella chiesa romanica adiacente la scuola di Pieve Rossa, dove saranno presenti il parroco don Guerrino Franzoni, il sindaco Gianluca Paoli, il professore Giuseppe Adriano Rossi, ex alunni e docenti. Il volume sarà in vendita il pomeriggio stesso e nei giorni a seguire presso la scuola materna e presso la segreteria parrocchiale di Bagnolo.

La comunità parrocchiale di Pieve Rossa
nell’unità pastorale «Maria Madre della Chiesa»



Leggi altri articoli di Chiesa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *