Parrocchiani e pellegrini uniti da san Zatti

Boretto, 12 maggio 2024. Don Erino Leoni, vicario ispettoriale dei salesiani benedice la teca contenente le reliquie di sant’Artemide Zatti scoperta da don Giancarlo Minotta parroco della unità pastorale “Sant’Alberto di Gerusalemme e Sant’Artemide Zatti”

Domenica 12 maggio un gruppo di pellegrini di San Salvatore Monferrato ha fatto visita nella unità pastorale Sant’Artemide Zatti e Sant’Alberto da Gerusalemme. Il comune di Boretto e quello piemontese sono uniti in gemellaggio nel segno di sant’Artemide Zatti. Il santo borettese era amico di don Carlo Evasio Cavalli, originario di San Salvatore e padre spirituale del giovane Artemide in Argentina.