Etica islamica contemporanea, il libro del monaco Ignazio de Francesco

Ignazio de Francesco, monaco della Piccola Famiglia dell’Annunziata, la comunità fondata da Giuseppe Dossetti senior

Era la primavera del 2010 quando partimmo una mattina presto per raggiungere Barbiana, io, Arturo Bonacorsi e Ettore Picchi. Volevamo preparare una giornata sulla tomba di don Milani facendo una lettura collettiva dello scritto del priore “L’obbedienza non è più una virtù”; organizzamo poi con Anteas Cisl una bella domenica con una cinquantina di partecipanti. Avevamo fissato un appuntamento con un ex allievo di don Lorenzo, con uno dei suoi più affezionati e fedeli allievi, Michele Gesualdi, che ci raccontò della sua esperienza scolastica; girammo tutto l’edificio sino al cimitero e alla tomba di don Milani.

Durante la visita percorremmo anche la salita alla chiesa, denominata il percorso della Costituzione, dove erano e sono ancora esposti gli articoli della Costituzione italiana, i quali possono essere “adottati”, con una cifra annuale, per la manutenzione degli stessi.
Decidemmo di adottarne uno io e Arturo, non con i nostri nomi ma con la descrizion “un iscritto alla CGIL e un iscritto alla CISL” perché eravamo molto preoccupati dalla divisione del Sindacato, e questa idea speravamo fosse di buon auspicio, specialmente fatta in un luogo così emblematico per il futuro dell’Italia democratica. Scegliemmo l’articolo 47 “La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito”.

Chi conosce Arturo e Ettore sa quanto amavano discutere sui problemi che discriminavano i più deboli, e questo argomento già allora evidenziava quanti risparmiatori avevano subìto perdite sugli investimenti fatti con i propri e sudati risparmi, non tutelati dalla loro banca e dalla Consob, e quanti cittadini erano caduti nel sovraindebitamento. Quest’ultimo è una vera piaga della società attuale, dove perdita di lavoro, separazioni, lavoro precario, acquisto di prima casa con mutui superiori al 70% dell’importo di acquisto, spese mediche, aumento dei costi energetici… stanno impoverendo e indebitando numerosissime famiglie, le quali non sono più in grado di pagare i debiti contratti con il sistema creditizio, che spesso non consiglia bene il cliente che si deve indebitare. Questa scelta dimostra come ogni argomento trattato con Arturo aprisse sempre a una visione sulla società, per trovare una soluzione ai problemi che peggioravano l’esistenza delle fasce più deboli.

Enrico Reverberi

EVENTO A SCANDIANO

A cinque anni dalla scomparsa di Arturo Bonacorsi e dopo undici anni senza padre Paolo Dall’Oglio, mercoledì 8 maggio alle ore 20.30 presso la Sala Casini-Polo Made di Scandiano, in via Diaz, Ignazio de Francesco, monaco della Piccola Famiglia dell’Annunziata, la comunità fondata da Giuseppe Dossetti senior, presenterà il suo libro “Etica islamica contemporanea”. L’incontro, dal titolo “Uno sguardo sulla situazione in Medio Oriente: possibili politiche di pace”, sarà introdotto da Rosamaria Papaleo, segretaria generale CISL Emilia Centrale. Alle ore 18.30 in piazza I Maggio ci sarà la dedica ad Arturo della panchina vicina alla Farmacia.



Leggi altri articoli di Chiesa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *