Veglia per i missionari martiri con padre Pier Luigi Maccalli

Vaticano, 9 novembre: Papa Francesco riceve in udienza padre Pierluigi Maccalli, della Società delle Missioni Africane (Foto Vatican Media/SIR)

Il 24 marzo 2024 è la 32a Giornata dei Missionari Martiri. L’evento ha origine nella commemorazione di sant’Oscar Romero, ucciso nella stessa data nel 1980. La sua figura ancora oggi è simbolo della vicinanza agli ultimi nell’ incessante interesse per la causa del Vangelo. Il suo impegno accanto al popolo salvadoregno, in lotta contro un regime elitario indifferente alle condizioni dei più deboli e dei lavoratori, continua a parlare ai giovani e non solo, richiamando alla necessità di una vita cristiana attenta alla preghiera tanto quanto alla cura del prossimo. Nel 1992, su proposta del Movimento Giovanile delle Pontificie Opere Missionarie, ora Missio Giovani, la Chiesa italiana istituì la Giornata dei Missionari Martiri. In questa giornata la comunità è invitata a ricordare i missionari caduti; il loro sacrificio ci spinge a un rinnovato impegno nell’assistenza ai più bisognosi e nella lotta alle ingiustizie sociali, ricordandoci che anche nei luoghi più remoti e dimenticati il messaggio di speranza del Vangelo resta vitale e trasformativo. Siamo invitati ad una giornata di digiuno e a una donazione per sostenere progetti di assistenza e sviluppo che assicurino un futuro più luminoso e dignitoso.

In Diocesi a Reggio Emilia la Veglia si svolgerà giovedì 21 marzo nella chiesa di Sant’Antonio, in via Mutilati del Lavoro 2 a Reggio Emilia, alle ore 21.
Presiederà l’Arcivescovo Giacomo Morandi che consegnerà il mandato di invio ad Antonella Fantini di Sassuolo per un anno in Madagascar e a suor Alessia Martinelli originaria di Clusane d’Iseo (BS) delle suore Missionarie Francescane del Verbo Incarnato, che il prossimo 2 luglio partirà per Mbanza Kongo – Angola dove ha sede una loro comunità. Riceveranno anche il mandato di rientro suor Rita Ferrari delle Carmelitane Minori della Carità dopo 11 anni di permanenza in Albania e don Luigi Ferrari, Fratello della Carità che ha concluso il servizio missionario in Brasile.

Invitato speciale alla Veglia è padre Pier Luigi Maccalli, della comunità Società Missioni Africane (SMA). Padre Maccalli, nato nel 1961 in un paesino del cremasco, è ordinato sacerdote nel 1985. Animato da un profondo impulso missionario parte per la Costa d’Avorio dove rimane dieci anni, poi rientra in Italia per occuparsi di formazione. Nel 2007 ritorna in Africa, a Bomoanga – Niger dove vede nascere la chiesa dedicata allo Spirito Santo. La sera del 17 settembre 2018 viene rapito dal Gsim, un gruppo di fondamentalisti islamici guidato da Abu Naser e ispirato ad Al-Qaeda. Condivide la prigionia con Luca Tacchetto e Nicola Chiacchio. Tra il 6 e l’8 ottobre del 2020, dopo due anni di reclusione, spesso incatenato in pieno deserto, viene rilasciato. Ascolteremo la sua ricca testimonianza.

Al termine della Veglia verrà proiettato il video “Il cuore ardente di Luciano Lanzoni” realizzato da “Luci nel Mondo” in collaborazione con il CMD; capiremo l’eredità umana lasciata da Luciano, classe 1958, dei Servi della Chiesa, nei 30 anni di vita in Madagascar dove si è speso per gli ultimi e i più poveri, fino alla fine prematura a 63 anni per Covid.

L’équipe del CMD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *