Cuori da purificare

Inizia il tempo forte della Quaresima con l’austero rito delle ceneri. Un rito – ha detto l’Arcivescovo nella prima delle nuove puntate di “Vangelo e vita” – che evoca la nostra condizione di creature, contrassegnate dalla fragilità, ricordandoci che la vita è come il fiore del campo che sboccia al mattino e avvizzisce la sera. Il pensiero della morte non deve indurci a un sentimento di angoscia, quanto piuttosto alla responsabilità di sfruttare bene il tempo che abbiamo a disposizione, il dono più prezioso che ci fa il Signore.
La Quaresima – ha detto Morandi – è un itinerario di purificazione del cuore: lasciamo che il Signore possa distruggere quel cuore che è orientato solo a sé stesso e ci renda nuove creature. Affinché questo cammino di conversione non rimanga qualcosa di astratto, ma trovi concretezza nella nostra vita quotidiana, Gesù nel Vangelo ci consegna tre armi: la preghiera è il luogo dove rinnovare la nostra relazione con Dio; il digiuno ci fa scoprire le nostre dipendenze e ci pone in ascolto delle ispirazioni dello Spirito Santo; la carità ci apre al cuore delle persone che incontriamo.
E dal 21 febbraio avremo ancora l’opportunità delle catechesi dell’Arcivescovo in Cattedrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *