Una via per don Romano Carnevali

Don Romano Carnevali

A Pieve Rossa, frazione di Bagnolo in Piano (Reggio Emilia), da ora per raggiungere la vicina San Tomaso della Fossa si può percorrere anche “Via Don Romano Carnevali”, inaugurata il 19 novembre scorso per ricordare la figura del sacerdote che in 26 anni di vita parrocchiale ha speso tutte le sue forze per costruire un luogo a servizio della comunità.
Tutto è iniziato dalla volontà dei parrocchiani che a distanza di 40 anni dalla morte, mantengono un ricordo vivo del loro sacerdote, manifestando l’idea di intitolare una via in suo nome, in questo territorio, tra le sue opere.

Il parroco, don Guerrino Franzoni, sostenendo l’iniziativa ha redatto un profilo articolato e puntuale sulla vita del sacerdote, presentata al sindaco di Bagnolo in Piano, Gianluca Paoli, per le dovute autorizzazioni.
Il sindaco, dopo l’approvazione della Giunta comunale, si è adoperato per espletare in tempi brevi le pratiche burocratiche richieste, con la collaborazione della vice-sindaca e assessore alla pianificazione territoriale Luisa Ghiselli.
Dopo le varie autorizzazioni ottenute e infine con l’approvazione della Prefettura di Reggio Emilia, si è reso possibile l’intitolazione della strada che costeggia “l’asilo” che don Romano ha voluto.

La cerimonia si è svolta domenica 19 novembre dopo la santa Messa nella chiesa parrocchiale, alla presenza di autorità civili e religiose.
Erano presenti, a rappresentare la cittadinanza, il sindaco di Bagnolo in Piano Gianluca Paoli, la vice-sindaca Luisa Ghiselli, l’assessore al bilancio e attività produttive Roberto Dallari.
Erano altresì presenti don Guerrino Franzoni, parroco dell’unità pastorale “Maria Madre della Chiesa” di Bagnolo in Piano, le Suore Missionarie Francescane del Verbo Incarnato, che hanno operato in questa parrocchia per 45 anni, il diacono Michele Fiaccadori e l’accolito Carlo Incerti.
Non sono mancati i parenti ed una nutrita folla di parrocchiani e amici.

Si sono susseguiti gli interventi di Carlo Incerti in qualità anche di consigliere comunale e del sindaco Gianluca Paoli che hanno delineato la figura del sacerdote.
Dopo aver scoperto il cartello, don Guerrino ha proceduto alla benedizione della strada e infine la sottoscritta nipote ha ringraziato tutti anche a nome della famiglia Carnevali.

Percorrere la via Don Romano Carnevali significa immergersi in un luogo in cui l’orizzonte della campagna, con la sua vegetazione, infonde un’atmosfera di serena tranquillità, che viene interrotta dalle fragorose e festanti grida dei bambini che frequentano la scuola di Pieve Rossa.

Franca Agnese Carnevali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *