Albinea e Diocesi in lutto per la morte di don Giuseppe Bassissi

Don Giuseppe Bassissi

Lunedì 4 dicembre, intorno alle ore 7, è morto don Giuseppe Bassissi, parroco emerito di Albinea. Aveva 89 anni. Il presbitero è deceduto improvvisamente a “Casa Cervi”, la residenza assistita per la terza età dove risiedeva. È stato parroco ad Albinea per 45 anni ed era molto amato dalle persone.
Giuseppe Bassissi era nato il 17 agosto 1934 a Prignano sulla Secchia (Modena, diocesi di Reggio Emilia). Aveva ricevuto l’ordinazione presbiterale il 22 giugno 1958 dal vescovo Beniamino Socche nella Cattedrale di Reggio Emilia.

Sacerdote novello, nel 1959 don Giuseppe iniziò il suo ministero a Correggio come vicario parrocchiale e docente di religione. Nel 1962 divenne parroco a Ligonchio e Casalino, incarico che mantenne per cinque anni. Arrivò ad Albinea nel 1967 come vicario parrocchiale. Due anni dopo divenne parroco di San Gaetano. Nel 1976 fu nominato amministratore parrocchiale della Pieve e nel 1995 di Montericco. È stato anche consulente ecclesiastico dei Coltivatori Diretti tra il 1968 e il 1997. Ad Albinea don Giuseppe è stato inoltre insegnante di Religione nelle scuole medie fino al 1990, ma incontrava spesso anche i bambini delle elementari.

La comunità di Albinea nutriva nei confronti del proprio storico parroco un amore profondissimo. Ogni mattina qualche parrocchiano si recava a “Casa Cervi” per pregare le lodi insieme a lui ed accompagnarlo alla “Casa Famiglia della Carità Betania”, la struttura parrocchiale per l’accoglienza delle persone fragili dove don Giuseppe trascorreva buona parte della giornata, fino ai Vespri.
Don Bassissi è stato vigile e cosciente fino al decesso. Sabato 2 dicembre il sacerdote ha intonato con la sua voce profonda il canto “Tota Pulchra” che ha chiuso la preghiera serale a Casa Betania. E nella prima domenica di Avvento aveva concelebrato come d’abitudine la Messa nella chiesa di San Gaetano.

Il legame che univa gli albinetani al “don” si nutriva della stessa generosità del sacerdote. Don Giuseppe accoglieva tutti e si spendeva, senza orario, per le necessità dei poveri e degli ammalati. Molte volte era lui stesso a cercarli per informarsi, con delicatezza, sulle loro condizioni e per partecipare alle loro necessità.

La camera ardente per l’ultimo saluto a don Bassissi è allestita dalle ore 16 di lunedì 4 dicembre nella chiesa parrocchiale di San Gaetano ad Albinea. La comunità ha fissato alcuni momenti di preghiera nella chiesa di via Don Luigi Sturzo 2: lunedì alle ore 19 Messa e alle 21 veglia di preghiera; martedì 5 dicembre Messa alle ore 19 e a seguire recita del Rosario.
Il funerale, che sarà presieduto dall’Arcivescovo Giacomo Morandi, è fissato per mercoledì 6 dicembre alle ore 10 nella chiesa di San Gaetano ad Albinea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *