Marocco, la solidarietà del Papa

“Appreso con dolore del sisma che ha violentemente colpito il Marocco”, il Papa – in un telegramma di cordoglio inviato a suo nome dal cardinale Segretario di Stato, Pietro Parolin – esprime la sua “comunione orante di fronte a questa catastrofe naturale”.

“Rattristato da questo evento”, si legge ancora nel telegramma, Francesco esprime la sua “profonda solidarietà con coloro che sono colpiti nella loro carne e nel loro cuore da questa tragedia”.

Il Papa, inoltre prega per “il riposo dei defunti, la guarigione dei feriti e la consolazione di coloro che piangono la perdita dei loro cari e delle loro case”. Oltre a pregare affinché il Signore “sostenga i marocchini in questa prova”, il Santo Padre offre infine il suo “incoraggiamento alle autorità civile e ai servizi di soccorso”.

COSI’ IL PAPA ALL’ANGELUS IN SAN PIETRO

“Desidero esprimere la mia vicinanza al caro popolo del Marocco, colpito da un devastante terremoto”. Lo ha detto Papa Francesco, ieri, al termine dell’Angelus, affacciandosi alla finestra dello studio nel Palazzo Apostolico Vaticano, in piazza San Pietro.

“Prego per i feriti, per coloro che hanno perso la vita – tanti! – e per i loro familiari – ha aggiunto –. Ringrazio i soccorritori e quanti si stanno adoperando per alleviare le sofferenze della gente; il concreto aiuto di tutti possa sostenere la popolazione in questo tragico momento: siamo vicini al popolo del Marocco!”.

Fonte: AGENSIR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *