Ammessi al diaconato permanente

Domenica 30 aprile in Cattedrale, il Vescovo Giacomo ha celebrato la Messa per l’ammissione al diaconato permanente di dieci candidati. 

Così scrive per La Libertà don Daniele Moretto tra i responsabili della formazione al diaconato:

Più che una questione numerica, quella del diaconato permanente è una grande ricchezza a livello teologico, spirituale e pastorale, dal momento che il ripristino del diaconato permanente – promosso dal Concilio Vaticano II (LG 29) – ha comportato il recupero effettivo dei tre gradi del sacramento dell’ordine, in particolare quel grado che configura a Cristo servo e implica un servizio al Signore e alla Chiesa attraverso gli ambiti della Parola, della Liturgia e della Carità, contribuendo così a configurare ancora di più il ministero ordinato e l’intera Chiesa ad una logica di servizio e non di potere, ad immagine di Colui che “non è venuto per essere servito, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti” (Mc 10,45).

Su La Libertà del 10 maggio le parole del Vescovo Giacomo e la cronaca della celebrazione.

Sotto la nostra gallery fotografica

Per ordinare le foto clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *