Musica per la Quaresima a Guastalla

L'interno della chiesa dell'Immacoalta Concezione a Guastalla (foto Franzosi)

Domenica 26 marzo alle ore 17.00 presso la Chiesa della Concezione di Guastalla avrà luogo un concerto pianistico in tema quaresimale: sarà eseguita una rara trascrizione pianistica, pubblicata dall’editore Luigi Marescalchi a Napoli sul finire del Settecento, de “Le sette ultime parole del nostro Redentore in croce, consistenti in Sette Sonate con una Introduzione ed al fine un Terremoto” di Franz Joseph Haydn.

Caracciolo, Cristo portacroce

Composta per essere eseguita il Venerdì Santo del 1786 nella cattedrale di Cadice, Haydn concepì originariamente questa musica per orchestra ma, dato il grande successo che riscosse, egli stesso ne elaborò l’anno seguente una versione cameristica per quartetto d’archi e nel 1796 ne licenziò un’ulteriore versione in forma di oratorio per soli, coro e orchestra.

L’opera consiste in una serie di meditazioni musicali sopra le ultime sette frasi che, secondo quanto è riportato nei Vangeli, Cristo pronunciò prima di morire sulla croce. Ciascuna Sonata suscita emozioni diverse e talvolta contrastanti: dall’umana afflizione alla serena rassegnazione, dalla profonda commozione alla fiduciosa speranza.

Un’opera viva e attuale che, oltrepassando i confini religiosi, può essere per tutti, credenti e non, spunto di riflessione sul tema della sofferenza umana vissuta nel costante anelito di un avvenire migliore.

In questa occasione ogni brano sarà introdotto dalla lettura dei testi Evangelici riferiti ai diversi momenti della Passione di Cristo descritti poi musicalmente.

Il programma è proposto dal Maestro Andrea Panfili: intrapresi gli studi musicali sotto la guida del M° Vittorio Venturi, conseguita la maturità scientifica, l’anno successivo si diploma in Pianoforte presso il Conservatorio “Alfredo Casella” de L’Aquila. In seguito, si perfeziona prima con il M° Sergio Cafaro e poi con il M° Carlo Bruno. Nel 2002 si laurea con Lode in Storia della Musica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università “La Sapienza” di Roma, discutendo la tesi “I poemi sinfonici di Ottorino Respighi”. Nel 2005 consegue con il massimo dei voti, presso la SSIS Musica dell’Università di “Roma Tre”, il Diploma di Abilitazione all’insegnamento di Educazione Musicale nella scuola secondaria e, nel 2007, si laurea con Lode in Didattica strumentale presso il Conservatorio “L. Refice” di Frosinone. Ha tenuto concerti al Rotary Club di Piombino, al Circolo Ufficiali delle Forze Armate di Roma, all’Università “La Sapienza”, al Goethe Institut Rom, al teatro Arciliuto, nei giardini di Castel S. Angelo, nella cripta di S. Lucia del Gonfalone, all’accademia Acisam di Napoli e al teatro Comunale di San Ginesio. L’appassionata attività di ricerca gli ha consentito di produrre studi monografici pubblicati in importanti collane di arte organaria e musicologia. Docente di ruolo nella scuola secondaria, nel giugno 2015 ha concluso con Lode il Dottorato in Italianistica indirizzo Storia, Scienze e Tecniche della Musica presso l’Università di “Tor Vergata”. La tesi di dottorato è stata integralmente pubblicata con il titolo “Pietro Pantanella e l’arte organaria a Roma nel XIX secolo” come XXXV volume della Collana d’Arte Organaria.

Evento realizzato in collaborazione con parrocchia del Duomo e Comune di Guastalla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *