Don Pasquino Borghi, ribelle per amore

Il 30 gennaio 1944 presso il poligono di tiro di Reggio Emilia don Pasquino Borghi venne fucilato, senza alcun processo, insieme agli antifascisti Ferruccio Battini, Romeo Benassi, Umberto Dodi, Dario Gaiti, Destino Giovannetti, Enrico Menozzi, Contardo Trentini ed Enrico Zambonini. Un ricordo del sacerdote a 79 anni dalla morte e della “via delle canoniche” in Appennino.