Polveriera cinque – Grande è la confusione sotto il cielo

La Polveriera festeggia i primi 5 anni di attività con Polveriera Cinque, un cartellone partecipato di spettacoli, laboratori e talk dal 17 al 20 novembre 2022

Il festival diffuso restituirà alla città il percorso in essere di rigenerazione sociale, urbana e culturale.

La Polveriera, infatti, nasce grazie a un importante lavoro di riqualificazione delle cooperative sociali del Consorzio Oscar Romero di un luogo militare abbandonato e lontano dalle comunità cittadine.

Oggi si presenta in una veste contemporanea e multidimensionale alle porte del centro di Reggio Emilia dove, dall’inaugurazione nel novembre 2017, sono nati nuovi progetti di inclusione, comunità e cittadinanza attiva. 

Polveriera Cinque rappresenta, quindi, l’opportunità di raccontare le trasformazioni di questo luogo e le realtà che quotidianamente lo animano.

L’intero festival si sviluppa negli spazi dei due capannoni e del piazzale antistante: cinque aree – come gli stessi anni del progetto – suddivise per temi. 

“La Polveriera è un esempio di rigenerazione urbana e inclusione sociale – spiega Ilaria Nasciuti, presidente La Polveriera – in questi anni ha attivato e potenziato moltissime reti in grado di rispondere ai bisogni concreti della comunità in città, e soprattutto nel quartiere.

Festeggiare Polveriera Cinque vuol dire celebrare i cambiamenti di questo luogo che ha accolto e accoglie tutt’ora tante realtà territoriali, arrivando a ospitare prima della pandemia circa 20mila persone all’anno.” 

Valerio Maramotti, presidente Consorzio Oscar Romero, aggiunge “Polveriera Cinque è un’importante occasione per la cooperazione sociale, un momento di ricongiungimento della nostra rete consortile che ruota attorno a questo luogo. 

I cittadini e le cittadine troveranno porte aperte e accoglienti, connessioni ed esperienze di inclusione, che raccontano la molteplicità delle attività e servizi che Consorzio Oscar Romero promuove sul territorio reggiano.” 

“È uno spazio aperto La Polveriera, un luogo di accoglienza e di aiuto per tutte le persone, in particolare per le più fragili.

– Ha detto Romano Sassatelli, presidente della Fondazione Manodori – In linea, con la missione della Fondazione che da anni affianca questo lavoro prezioso che ha “contagiato” e coinvolto organizzazioni e persone per un modo innovativo di fare comunità.

Ci piace pensare che La Polveriera esprima uno spirito condiviso di apertura, di impegno verso chi è in difficoltà, di ricerca per trovare nuovi percorsi per qualificare il sociale e ricucire i legami”.

LA POLVERIERA s.c.r.l. – viale Mons. Oscar Romero, 1/o – 42122 Reggio Emilia – P.Iva/C.F. 02569490358 Tel. 0522 440981 – PEC lapolveriera@legalmail.it 

Elena Burani, presidente Dinamica APS, racconta: ”siamo molto felici di essere parte di questo evento. Il primo tendone di circo lo abbiamo montato nel maggio 2017, quando ancora non erano terminati i lavori de La Polveriera.

Immediatamente abbiamo capito di trovarci in un luogo di accoglienza, un crocevia di storie e persone in cui il circo ha trovato casa felice.

Qui abbiamo dato vita al Fuoridinamico e visto 6 tendoni, 4 compagnie e 7 spettacoli differenti programmati.” 

A inaugurare il calendario sarà proprio il tendone di MagdaClan Circo che ospiterà ogni sera dal 17 al 20 novembre lo spettacolo Salti Di Sesta a cura di Dinamico Festival.

Sotto la stessa struttura, posizionata nel piazzale de La Polveriera per l’occasione, sabato 19 novembre alle 18:00 l’artista Murubutu terrà un talk esclusivo tra rap, letteratura e storytelling. 

Durante il festival, la ristorazione sarà a cura di Arrogant Pub, e il bar accoglierà le conferenze informali Un caffè con… a cura di Giovani Imprenditori Cooperativi Emilia Romagna, Confcooperative Emilia Romagna, Madre Teresa, Centro per le Famiglie, Nati per leggere, Dimora d’Abramo, Meridiano 361 e La Vigna, Pangea e Sentiero Facile APS. Nelle mattine di sabato 19 e domenica 20 novembre gli spazi si risveglieranno con il djset mattutino di POLVERIERA RACCONTA

La Sala Civica accoglierà lo spazio POLVERIERA ACCOGLIE con incontri e attività organizzate da alcune delle realtà che hanno reso La Polveriera uno spazio di quartiere per più generazioni, dalle più giovani alle più anziane, a cura di Giovani Imprenditori Cooperativi di Confcooperative Emilia Romagna, Art Container APS, Emmaus Volontariato Domiciliare Reggio Emilia, Coro Airone, Spazio Civico Polveriera, Progetto Enter e tavolo di quartiere Polo Est. 

POLVERIERA CREA sarà, invece, lo spazio dedicato agli atelier artistici e culinari di collage, monotipia, stampa su tessuto, illustrazione e preparazione dell’erbazzone aperti a tutta la cittadinanza a cura di STRADE, Reggio Emilia Città Senza Barriere, Art Factory 33, K-LAB e Fattoria Italia. 

I laboratori si terranno nello spazio Nessuno Escluso, dove quotidianamente vengono svolte attività creative. 

Contemporaneamente allo spazio Span 13 verrà ospitata l’area POLVERIERA IMMAGINA, dedicata a laboratori e performance sul corpo in movimento a cura di Pangea, Creativ Cise, Giro del Cielo e i gruppi I Raccontastorie e Girareggio di Reggio Emilia Città Senza Barriere / STRADE. 

Polveriera Cinque è un progetto delle Cooperative Sociali L’Ovile, Coress, Dimora D’Abramo, La Vigna, Elfo, Nuovo Raccolto, Pangea, Progetto Crescere, Madre Teresa, Giro del Cielo, Creativ CISE, e delle Cooperative Agricole e Sociali La Quercia, La Buona Terra; organizzato da Consorzio Oscar Romero e Dinamico Festival, con il contributo di Fondazione Manodori, Confcooperative Emilia Romagna e Giovani Imprenditori Cooperativi di Confcooperative Emilia Romagna.

Il programma completo è consultabile su lapolveriera.net.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.