Oltre 50 appuntamenti al Festival della cultura tecnica

Lavoro dignitoso e crescita economica al centro del 5° Festival della Cultura tecnica che la Provincia di Reggio Emilia, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e grazie all’en te di formazione Ifoa, promuove anche quest’anno.

“Ben 53 gli appuntamenti che dal 12 ot tobre al 15 dicembre, in presenza o in modalità online, proporremo per diffondere valori e opportunità legati alla cultura tecnico-scientifica – spiega la vicepresidente della Provincia di Reggio Emilia con delega all’istruzione, Elena Carletti – Grazie a Ifoa, partner locali e regio nali, a partire dalle scuole superiori e dai centri di formazione professionale, anche quest’an no abbiamo allestito un ricco programma di seminari, dimostrazioni ed eventi, rivolti a studenti, insegnanti, famiglie, cittadini, imprese e istituzioni”. 

Il Festival della Cultura tecnica 2022, alla sua quinta edizione provinciale, è promosso in col laborazione con la Regione Emilia-Romagna, che lo co-finanzia con risorse del Programma operativo regionale Fondo sociale europeo, ed è entrato ufficialmente a far parte dei pro getti e degli eventi organizzati in tutta Europa per celebrare #EYY2022, l’Anno europeo dei giovani, che punta i riflettori sul contributo fondamentale che i giovani potranno offrire per costruire un futuro migliore: più verde, più inclusivo e più digitale.

La cerimonia regionale di inaugurazione del Festival è in programma per mercoledì 12 a Palazzo Malvezzi di Bologna con una tavola rotonda che coinvolgerà rappresentanze politiche regionali e locali, tra cui la vicepresidente della Provincia Elena Carletti, anche in rappresentanza dell’Upi regionale. 

Il concept di quest’anno del Festival della Cultura tecnica, in coerenza con le edizioni dedica te allo sviluppo sostenibile, mette al centro l’obiettivo 8 dell’agenda Onu 2030, “Lavoro di gnitoso e crescita economica”, che sarà sviluppato nel cartellone tramite diverse piste tema tiche, che toccano l’orientamento e il rapporto scuola-lavoro, l’innovazione tecnologica nei settori produttivi, i programmi a sostegno dell’occupazione e i servizi per il lavoro anche per le persone fragili, il punto di vista delle aziende, la prospettiva di genere e quella multicultu rale.

Una specifica riflessione sarà poi proposta sulla dignità del lavoro, in tutte le sue forme e nei diversi contesti contemporanei attraverso il ciclo

Lavorare stanca? Quale dignità in quale lavoro per crescere insieme”,

6 eventi che, con il contributo di docenti universitari, isti tuzioni ed esperti del settore, esploreranno questo universo in evoluzione. Anche questa edizione del Festival della cultura tecnica proporrà anche a Reggio Emilia la Fiera delle idee, realizzata in collaborazione con l’Ufficio scolastico provinciale, un’iniziativa didattica di orientamento rivolta agli studenti delle medie. 

 “Davvero tanti eventi su temi d’interesse tecnico/scientifico per valorizzare il raccordo tra sistema educativo-formativo, mondo del lavoro, enti locali e tutti i soggetti del territorio, dando visibilità ai progetti innovativi di mondo imprenditoriale e società civile

– aggiunge la vicepresidente Carletti – Un ricco programma in coerenza con le attività di orientamento scolastico promosse dalla Provincia di Reggio, tra cui la Guida alla scelta della scuola secon daria di secondo grado che sta per tornare con l’edizione 2023 e il XIII Salone dell’orienta mento, che si terrà entro fine anno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.