Bagnolo in Piano, il paese dell’enigmistica

Dopo il successo dello scorso anno da giovedì 13 a domenica 16 ottobre un altro ricco programma di eventi e di sfide a Bagnolo in Piano.

A Bagnolo in Piano, dal 13 al 16 ottobre prossimi, si terrà la seconda edizione di Festival  dell’Enigmistica, l’unica manifestazione italiana interamente dedicata all’enigmistica e ai giochi della  mente con l’obiettivo di far conoscere ed apprezzare queste affascinanti discipline, in modo “seriamente  giocoso”, includendo sempre l’approccio didattico.

In palio numerosi premi – a partire dal titolo di  “enigmista dell’anno”, conquistato nel 2021 dal carpigiano Andrea Baracchi – ma soprattutto tanto sano e  intelligente divertimento, anche attraverso i maxisudoku e i maxicruciverba che saranno installati in 3  diversi punti del paese, che sarà interamente coinvolto anche attraverso esercizi commerciali e  associazionismo.  

Dopo il successo della prima edizione, il Festival dell’enigmistica ha ottenuto quest’anno il patrocinio –  oltre a quello della Provincia di Reggio Emilia – anche della Regione Emilia-Romagna, dell’Ufficio scolastico  regionale e di Unindustria, a testimonianza della sua riconosciuta valenza educativa e di promozione del  territorio.

Anche l’edizione 2022 continuerà a investire su formazione, cultura e nuove generazioni, che  vedono nel coinvolgimento della scuola il suo baricentro naturale, oltre ovviamente a gare di enigmistica,  momenti di gioco, svago e distrazione con-sapevole.

E lo farà con un ricco cartellone di appuntamenti, presentato questa mattina a Palazzo Allende dalla consigliere provinciale delegata alla Cultura, Francesca  Bedogni, dal sindaco di Bagnolo in Piano Gianluca Paoli, dall’assessore comunale al Bilancio e Attività  produttive Roberto Dallari, ideatore e curatore del Festival, e da Marco Catellani del Laboratorio  democratico che ha organizzato l’evento.  

L’enigmistica a scuola.  

La ferma volontà di contribuire allo sviluppo delle competenze scolastiche ha spinto gli organizzatori a  coinvolgere le scuole nell’evento.

Già nella prima edizione, la partecipazione attiva degli istituti  comprensivi dell’Unione Terra di Mezzo (Bagnolo in Piano, Castelnuovo Sotto e Cadelbosco) ha portato alle  gare numerosi studenti, coadiuvati dagli insegnanti delle primarie e secondarie.

Quest’anno, grazie alla  collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale, si aggiungono due licei, il Moro di Reggio Emilia e il  Corso di Correggio per un totale di oltre 50 classi

Restando nell’ambito della scuola, gli insegnanti avranno l’opportunità di partecipare alla lectio magistralis del professor Pietro Ichino, dal titolo “Giocare con le parole per imparare l’Italiano”.

Ichino è  giuslavorista, insegnante universitario e senatore della Repubblica, altresì grande appassionato di rebus. In  questo incontro spiegherà l’impiego didattico dell’enigmistica a scuola.  

Grande spazio viene riservato alla cultura con presentazione di libri, incontri con professionisti del settore,  esposizioni, conferenze e spettacoli. Una novità assoluta è l’inaugurazione della Sezione enigmistica  della Biblioteca Comunale G. B. Rasori che ospiterà, unica in Italia, un fondo dedicato grazie ad acquisti e  donazioni.  

Dedicati alle famiglie sono la Caccia al tesoro per le vie del paese e lo spazio bimbi “Baby enigmi”, con  educatrici esperte che faranno giocare e divertire bambine e bambini nei pomeriggi di sabato e domenica.

In vari punti del paese, il pubblico del Festival potrà divertirsi a giocare liberamente grazie alle maxi installazioni di cruciverba, sudoku e crucipuzzle, oltre ad un labirinto percorribile realizzato con i  ragazzi del Centro Giovani di Bagnolo. 

La competizione resta uno dei capisaldi del Festival: gare di enigmistica generale, sudoku e rebus,  aperte al pubblico, che incoroneranno gli enigmisti dell’anno. 

Bagnolo al Cubo  

Se si vuol parlare di enigmi e rompicapi, è inevitabile pensare ad uno dei più famosi: il cubo di Rubik!

La risoluzione del cubo appassiona persone di ogni età, in tutto il mondo; si è pensato quindi ad un evento  dedicato esclusivamente al coloratissimo gioco.

È nato così Bagnolo al Cubo, manifestazione collaterale di  Festival dell’Enigmistica che propone sia le gare ufficiali del circuito internazionale WCA (World Cubing  Association), che competizioni libere, aperte a tutti.

La gara ufficiale, a cura di Cubing Italia conta 35  esordienti, 75 veterani, per un totale di 110 partecipanti provenienti da 7 nazioni.

Nella serata di sabato 15 ottobre Bagnolo al Cubo ospiterà Hyde magician, il creatore della cubomagia,  con uno spettacolo strabiliante di risoluzioni impossibili…ma vere! 

Com’è nello spirito della manifestazione, tutti gli eventi sono a partecipazione libera e gratuita. www.festivaldellenigmistica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.