Villa Benvenuti. Racconti

Dopo la positiva esperienza narrativa della raccolta di racconti “Quasi un diario” (2020), l’autrice affida alle pagine di questo libro le vicende imperniate sulla residenza della sua famiglia in una villa palladiana alla periferia di Bologna.

Ancora una volta i fatti e i personaggi che sono al centro della storia derivano da una miscela di realtà e immaginazione, ma consentono di rivivere fasi non troppo lontane della vita d’ogni giorno, con le passioni e le vicissitudini che sono scaturite dal periodo bellico e dalla ricerca di una nuova dimensione della vita associata che s’è affacciata negli anni dek dopoguerra.

Anche in quest’opera, Marisa Romolotti manifesta una forte propensione alla scrittura e un recupero di storie familiari che travalica la dimensione soggettiva e induce il lettore a essere attore di molte situazioni da cui può trarre collegamenti con la sua vita. Anche in quest’opera Elisa Pellacani ha curato la progettazione grafica e ha realizzato illustrazioni per la copertina e per le pagine interne.

Marisa Romolotti, Villa Benvenuti (Edizioni Consulta Librieprogetti, 2022), 208 pagine, 15 euro.

Marisa Romolotti è nata Castelfranco Emilia, dove ha trascorso gli anni giovanili. Dopo il matrimonio si è trasferita a Reggio Emilia e vi risiede attualmente. È stata docente di matematica e coltiva da sempre la passione per la scrittura. Nel 2016 ha pubblicato una raccolta di racconti intitolata “I ricordi hanno il culo rosa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.