Elena Guastalla, l’indomabile forza della natura. Sabato 9 aprile inaugura la mostra nella ex chiesa di San Francesco

Il Comune di Guastalla rende omaggio alla sua illustre concittadina, un’artista ormai nota anche a livello internazionale, con la mostra ‘Elena Guastalla – l’indomabile forza della natura – Stop, look and feel Art’, a due anni dalla scomparsa. L’esposizione  restituirà a Elena, e simbolicamente a tante altre persone, ciò che il buio della pandemia ci ha rubato: la  celebrazione della Memoria.

Sabato 9 aprile alle ore 17.00 si inaugurerà la mostra con il saluto del Sindaco Camilla Verona e dell’Amministrazione Comunale. Eugenio Manghi e Annalisa Losacco, registi e documentaristi  Rai e Mediaset, insieme a Simone Terzi, direttore del Museo Nazionale di Arti Naives “Cesare Zavattini” di Luzzara, dialogheranno con i figli dell’artista Marialberta e Carlo Spaggiari.

L’evento espositivo, attraverso i dipinti parietali – tutte opere di grandi dimensioni – di questa artista totale e un allestimento inconsueto, dedicato, vuole condurre il visitatore verso un’esperienza sensoriale per conoscere le mille sfumature di una donna  libera e grintosa, ancorata al passato ma decisa a conquistare il futuro.

Le scelte cromatiche hanno il colore delle emozioni in una totale libertà ed euforia dell’esistere. La Natura, gli Animali di casa, del bosco e della foresta, rinascono in un tripudio di colori e di pura energia, in un mondo fantastico. La Bassa Padana, il grande fiume, la nebbia. Ed ecco il sole, e le rutilanti visioni creative di Elena Guastalla, pittrice estrosa con una lunga storia alle spalle.

L’artista è riconosciuta ovunque per aver esportato la sua arte, con spirito acceso e travolgente cromatismo. La furia cromatica combina una commistione di figure, di primi piani, di scorci, di segni, ove gli animali, spuntano ovunque, talora nascosti o acquattati, a volte perfino esibizionisti in uno scenario quasi  impenetrabile.

Cesare Zavattini vedeva in questi pittori una prosecuzione del suo cinema, del suo ideale di conservazione storica, della sua memoria neorealista, da tramandare.

Elena, una pittrice visionaria del ‘900 ci chiede di fermarci, guardare e sentire la meraviglia della Natura e delle sue creature. Una riflessività solare tutta emiliana, che propone un progetto rivoluzionario, sempre attuale, ove le radici del passato contadino innestano la speranza di un futuro migliore. 

La favola artistica come necessità espressiva nell’immaginifica ricerca di un ambiente sostenibile, in pace con la natura amica, unica  vera fonte  per un godimento fisico e spirituale.

GLI EVENTI IN CALENDARIO
Sabato 9 aprile alle ore 17.00 si inaugurerà la mostra con il saluto del Sindaco Camilla Verona e dell’Amministrazione Comunale.

Eugenio Manghi e Annalisa Losacco, registi e documentaristi  Rai e Mediaset, insieme a Simone Terzi, direttore del Museo Nazionale di Arti Naives “Cesare Zavattini” di Luzzara, dialogheranno con i figli dell’artista Marialberta e Carlo Spaggiari.

Lunedì 18 aprile alle ore 17:00, il prof. Guido Mascagni farà da guida nella visita alla mostra, con successiva escursione al Lido Po di Guastalla, alla scoperta dei murales di Elena Guastalla che adornano il barcone di Freddi, una delle chiatte di cemento con casotto (eretto sopra) dove gli uomini  liberi del Po hanno sempre amato trascorrere il tempo. La pittrice con la sua straripante creatività coglie le sensazioni di libertà e la sacralità dell’habitat naturale del Grande fiume e lo riversa nelle sue favole piene di ogni colore del creato.

Domenica 24 aprile alle ore 17:00 saremo accolti dalle vibrazioni e dalla grazia della performance di danza ispirata alla Natura con le danzatrici Desiré ed Erika Manigrasso, Jennifer Lupo dell’Atelier Scuola di Danza, con le coreografie di Vanessa Boccazzi.

Sabato 30 aprile ore 17:00 sarà allestito un workshop artistico per bambini a cura di Roberta Scalfo di Bosco Incantato APS. I giovani visitatori entreranno nel mondo delle favole e degli scenari fantastici di Elena. Sono gradite le prenotazioni. Domenica 8 maggio  ore 17:00, Finissage interventi del prof. Sergio Zanichelli e del dott. Fiorello Tagliavini, responsabile settore cultura del Comune di Guastalla.

Seguirà la conferenza “Maghe, Medichesse, Streghe: custodi dei segreti della Natura” con Fabio Bortesi. La mostra sarà visitabile fino a domenica 8 maggio 2022. Orari: mercoledì dalle 10:30 alle 13:30; sabato, domenica e festivi dalle 10:30 alle 18:30

LA PITTRICE
Elena Guastalla, artista di fama internazionale, nasce dalla corrente Naif fondata dallo scrittore e regista Cesare Zavattini, che la definì “pittrice di grande sensibilità e cromatismo”. Attualmente è considerata dalla critica un’autorevole rappresentante dell’arte italiana del ‘900, vicina alla ‘terza via’, quella ’linea arcaica’ della sorgente artistica che vede annoverati grandi maestri del calibro di Rousseau.

Il Museo Nazionale Arti Naives “Cesare Zavattini” di Luzzara (Re) conserva alcune sue importanti opere, e le ha dedicato un’ampia monografia alla carriera. Elena Guastalla ha esposto nelle maggiori città d’Italia e all’estero.

Le sue opere sono presenti in modo permanente in Musei e gallerie in Europa, Stati Uniti ed Equador: Museo Nazionale delle Arti Naives Luzzara (RE), Museo Cervi (RE),Jaen-Spagna,Trebnje-Slovenia, Nizza-Francia.

È stata recensita dai maggiori quotidiani e settimanali nazionali e stranieri. È apparsa sulle reti Rai, Mediaset ed emittenti nazionali ed estere. Protagonista in “I lupi dentro”, regista Andreassi, film documentario prodotto da Rai 3. Selezionata e presente sabato 2 febbraio 2019 in occasione di Arte Fiera-Art City White Night.

Ultima apparizione nella trasmissione Geo &Geo Rai 3 nel 2019 e nel film ‘Il vegetariano’ del regista Roberto Sanpietro. 

Invitata per oltre vent’anni al Festival dei Due Mondi di Spoleto-Charleston, a Cannes, Sabbioneta e altre città d’arte. Insignita del titolo di Cittadina Onoraria in varie città dove ha realizzato Murales. Tra gli uomini di cultura che hanno svolto studi e apprezzato i suoi lavori: C.Zavattini,

F.Solmi, B.Gardin, L.Berzioli, A.Cozzi, R.Margonari, D.Villani, L.Bortolon, M.Dall’Acqua, R.Bolondi, A.Gianolio, R.De Grada, S. Morichelli, M.De Micheli, M.Cattafesta, V.Sgarbi, A.Jacowski, D.Layolo, R.Andreassi, Y.Duiella, R.Valli, N.Iori, Moscè, F.Volo, P.Nori, F.Basile, E.Manghi.

LA CRITICA 
“…idilliaca pittura quella della Guastalla, naïve dagli sfavillanti colori e dalla serenità che sa sprigionare. Osservando attentamente le sue opere si notano innumerevoli particolari e si è trasportati in un mondo illusorio, divertente e onirico. L’artista sa riportare sulle tele la fantasticheria dei colori della nostra lussureggiante campagna luzzarese e permette di svagarci per dimenticare il quotidiano.

Pittura che definire distensiva è poco, considerando quanto si recepisce. Se è autentico artista colui che sa trasmettere sensazioni? Osservate attentamente per giudicare e meditate il placito…”

Cesare Zavattini

Visita alla sua mostra in Palazzo Valentini – maggio 1980
“…pittrice di grande sensibilità e cromatismo”

Cesare Zavattini compaesano e grande amico 

“…artista che svolge più volentieri il discorso sul filo di una sottile ironia, di una ispirazione scherzosa di gusto grottesco”.

Mario de Micheli

“…ciò che distingue l’opera della Guastalla è la serenità che ha saputo attribuire ai suoi personaggi capaci di trasformarsi in belve aggressive, creando uno squarcio fantastico di inesauribili possibilità poetiche, confermando il carattere stravagante della sua pittura”.

Renzo Margonari

“…una pittrice naïve riuscita ad affermarsi nel giro di pochissimo tempo. In lei c’è qualcosa di diverso dagli altri pittori, la pittura di Elena Guastalla è condotta senza complicazioni tecniche, ma con spontaneità sotto la spinta di una forte carica interiore”.

Dino Villani

“…un temperamento estroso esuberante e fantasioso che dimostra di sapersi muovere con scioltezza in libertà, seguendo un estro erompente…”

Marzio dall’acqua

“Artista esuberante, estroversa, dai capelli tizianeschi, ci lascia una produzione molto originale… in quella sorta di incubatrice bagnata dal Po, in quel periodo… sentirà prepotentemente dentro di sé qualcosa di insopprimibile, trovando l’unica vera risposta nella tavolozza, nei colori, nelle tele. Arte naïve che coltiverà tutta la vita”.

Tiziano Soresina

“…tra meraviglia e sincera attenzione alle cose, pensa che la vita sia una fiaba da raccontare in compagnia di personaggi conosciuti… in uno spazio che genera ricordi dove si può esercitare il primato dell’ utopia tornando a vivere le stagioni dei sogni… Elena immaginava un mondo personale inventato da un mago dell’oscurità”.

Franco Basile

INFO:

marialbertaspaggiari@virgilio.it  – cell: 347 7154948
elenaguastallapittrice@gmail.com – cell: 348 5174587
www.elenaguastalla.com

Casa d’Artista  Via Pieve 63 – Guastalla RE
Facebook: elenaguastalla  – Instagram: elenaguastallapittrice
Ufficio Informazioni Turistiche 
0522 839763 – e-mail: uit@comune.guastalla.re.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.