A dicembre due appuntamenti con la scrittura delle donne

Il progetto “Donne che raccontano storie”, oltre al laboratorio di scrittura appena ripartito, propone a Parma, nel mese di dicembre, due appuntamenti all’insegna della scrittura contemporanea delle donne.

• Il primo è previsto per il 4 dicembre, alle ore 17, presso la Biblioteca Guanda: si presenta la raccolta di memoir “Storie di donne” che raccoglie gli scritti inediti di Fiorenza Bonini, Giada Costa, Ivana Manferdelli, Daniela Masi, Luciana Talignani, Claudia Venturelli, Angela Zanichelli; curato da Francesca Avanzini e illustrato da Elisa Pellacani, il volume è edito da Consulta librieprogetti e nasce dal lavoro condiviso con Francesca Avanzini dalle autrici durante il laboratorio di scrittura tenutosi nell’inverno scorso.

Ma non solo: il 4 dicembre Daniela Rossi, curatrice e ideatrice del progetto, presenta ufficialmente il bando di scrittura nazionale aperto a racconti brevi inediti, con una giuria d’eccezione volta a indicare, tra i testi pervenuti, quelli che potranno entrare in un’antologia che verrà editata nel 2022.
Con lei, saranno presenti, oltre le autrici di “Storie di donne”, Francesca Avanzini ed Elisa Pellacani.
Per partecipare è necessario scrivere una mail a donnecheraccontanostorie@gmail.com

• Il secondo incontro, il 6 dicembre alle ore 17.30, presso il Palazzo del Governatore, costituisce una perla della programmazione: una conferenza/performance con Chiara Lagani (Compagnia Fanny & Alexander) e Tiziana De Rogatis (autrice di “Elena Ferrante. Parole chiave”, ed. E/O), su “L’invenzione occasionale” di Elena Ferrante.
Visti i posti limitati, per partecipare è necessario iscriversi usando l’applicazione “App Parma 2020+21”

Il progetto “Donne che raccontano storie” nasce dalla collaborazione delle Associazioni “Fragili Guerriere”, “ILDE (I Libri de…)”, “Pantarei” con la Biblioteca La Guanda e il sostegno dell’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Parma, che lo ha inserito nella programmazione di Parma Capitale Italiana della cultura 2021.
Per partecipare è necessario usare mascherina e essere in possesso di Green Pass.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.