Giornata europea della Cultura ebraica

Domenica 10 ottobre in centootto località italiane, tra cui Reggio Emilia, si svolge la ventiduesima ‘Giornata europea della Cultura ebraica’, l’appuntamento annuale promosso dall’Unione delle Comunità ebraiche italiane, per scoprirne il patrimonio culturale e le tradizioni. L’iniziativa ha quest’anno quale ‘fil rouge’ a unire idealmente tutti gli eventi il tema “Dialoghi”: un modo per sottolineare l’importanza dell’incontro e del confronto interculturale, che sarà declinato nelle tante iniziative con diverse modalità, tra visite guidate e incontri d’autore, concerti e spettacoli teatrali, mostre d’arte e degustazioni kasher, contributi video, momenti di approfondimento e attività per famiglie.

Per le ragioni di prevenzione anti-Covid (distanziamento e conseguente numero controllato dei presenti, obbligo di mascherina e disinfezione delle mani), tutti gli appuntamenti programmati sono con posti limitati e su prenotazione, scrivendo a sinagoga@istoreco.re.it. Verrà inoltre richiesta l’esibizione del Green pass.

Il programma delle celebrazioni a Reggio Emilia – promosso dalla Comunità ebraica di Modena e Reggio Emilia e dall’Unione comunità ebraiche italiane in collaborazione con Istoreco e con il patrocinio del Comune di Reggio – si aprirà già alle ore 8.30 con una visita guidata al Cimitero ebraico in via della Canalina a cura di Giulia Cocconi di Istoreco.

A seguire, alle ore 11, nella Sinagoga di via dell’Aquila 3, è prevista la conferenza del rabbino capo della comunità di Modena e Reggio Beniamino Goldstein su ‘Il dialogo come metodo: dalla studio in due della chavruta talmudica al dialogo intorno al tavolo della famiglia Shtisel’. Sarà presente per l’occasione l’assessore alla Partecipazione Lanfranco De Franco.

Sempre in Sinagoga, alle 15, è in programma una visita guidata a cura di Alessandra Fontanesi di Istoreco. Il programma si sposta poi a Villa Levi (via Fratelli Rosselli, Coviolo) dove, alle ore 16.30, si svolge una visita guidata nel parco della villa a cura di Monica Barlettai di Istoreco, cui prenderà parte anche l’assessore Lanfranco De Franco.

Dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, sarà inoltre possibile visitare liberamente e in autonomia gli ambienti della Sinagoga (in questo caso non è necessaria la prenotazione, ma valgono le regole generali di distanziamento, mascherina e le altre misure di protezione personale). Sarà inoltre visitabile nei locali adiacenti il Tempio l’esposizione fotografica “Sogno di rinascita di villa Levi” di Nicoletta Daolio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *