In ricordo del fotografo Stanislao Farri

Lunedì 28 giugno in Consiglio Comunale di Reggio Emilia è stato ricordato il grande fotografo Stanislao Farri, da poco scomparso.

Non voleva essere una commemorazione, che Stanislao non avrebbe apprezzato, ma è stato ricordato nel solo modo che anche lui avrebbe voluto, attraverso la sua fotografia.

In collaborazione con Palazzo Magnani e la Biblioteca Panizzi sono state stampate 45 fotografie 18×24 su carta fine art e numerate di una delle sue più belle immagini in bianco nero del 1964 che sono state donate a tutti i consiglieri, gli assessori e il sindaco.

Pochissime note per chi non conoscesse l’ampia produzione fotografica di Stanislao Farri.

Come professionista si concentra nel documentare le varie realtà del patrimonio culturale, storico e industriale emiliano, includendo anche tanti lavori fotografici sul paesaggio della nostra regione.

Farri è stato per vari decenni un punto di riferimento tecnico ed estetico per la maggior parte dei fotoamatori e dei professionisti di Reggio Emilia.

Nella sua carriera ha partecipato ad oltre 500 mostre di fotografia in Italia e all’estero, pubblicando svariate decine di libri e monografie.

Nel 1998 è stato designato autore dell’anno dalla FIAF, la più grande associazione di fotografia amatoriale italiana.

Ha lasciato alla Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia il suo archivio fotografico, un patrimonio di oltre 170.000 pezzi, tra negativi e positivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.