200.000 euro alle imprese per assunzioni e formazione

La Camera di Commercio sostiene con 200.000 euro a fondo perduto le imprese che mettono in campo progetti finalizzati all’inserimento in azienda di risorse umane funzionali al rilancio produttivo e alla formazione delle competenze per gestire l’emergenza ed il rilancio produttivo.

Si muove in questo senso l’edizione 2021 del bando “Formazione Lavoro”, destinato a supportare i progetti realizzati nel periodo 15 giugno 2021-31 maggio 2022.

“In diversi settori – sottolinea il commissario della Camera di Commercio, Stefano Landi – siamo in presenza di buoni segnali di ripresa, ma è ancora del tutto evidente che gli effetti della pandemia richiedono ancora uno sforzo straordinario per recuperare ciò che la crisi ha bruciato e riprendere, in un contesto di sicurezza sanitaria, la via di uno sviluppo che sia segnato da un incremento di tutti i valori, a partire da quelli legati al lavoro”.

“Per questo – prosegue Landi – rinnoviamo un impegno che va a sostenere tanto le imprese che genereranno nuove assunzioni e/o percorsi di formazione, quanto coloro che oggi sono alla ricerca di possibilità di inserimento occupazionale e di specializzazione rispetto ai nuovi profili professionali che la pandemia ha evidenziato come necessari in materia di sicurezza”.

Il bando camerale – che riguarda le micro, piccole e medie imprese con sede legale e/o unità operativa nella provincia di Reggio Emilia – è suddiviso in due linee, la prima delle quali è proprio finalizzata all’inserimento in azienda di risorse umane essenziali per il rilancio produttivo. I contributi verranno erogati per sostenere tirocini extracurriculari (della durata di almeno 3 mesi), contratti di apprendistato o assunzioni a tempo indeterminato con l’obiettivo di innovare la gestione del lavoro e gli stessi processi aziendali attraverso l’inserimento di nuovi strumenti e/o competenze legate a smartworking, gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro, introduzione di processi di e-commerce, nuove figure per l’innovazione (es. export manager, digital manager).

La seconda linea del bando “Formazione Lavoro” riguarda poi la formazione delle competenze idonee a gestire l’emergenza Covid e, nel contempo, il rilancio produttivo.

In particolare, i contributi sono destinati a sostenere la formazione in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro, la formazione allo smart working, quella relativa a nuove competenze strategiche post-emergenza (marketing digitale, nuovi canali commerciali on-line) e la formazione per la crescita e la certificazione di competenze digitali.

I contributi camerali (erogati sotto forma di voucher) possono giungere a coprire il 50% delle spese sostenute e documentate dalle aziende dal 15 giugno 2021 al 31 maggio 2022, con un limite massimo stabilito in 10.000 euro per la linea dedicata all’inserimento al lavoro e 3.000 per quella dedicata alla formazione: le due linee sono alternative tra loro e non cumulabili.

In entrambi i casi è prevista una ulteriore premialità di 250 euro per le aziende in possesso del rating di legalità.

Le richieste di voucher da parte delle imprese reggiane devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale del legale rappresentante dell’impresa, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov, dalle ore 8:00 del 29/06/2021 alle ore 19:00 del 10/09/2021.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito: www.re.camcom.gov.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.