Unicef e pornografia

Il Catechismo della Chiesa Cattolica al n. 2354 dice che la “la pornografia […] lede gravemente la dignità di coloro che vi si prestano (attori, commercianti, pubblico) […]. Immerge gli uni e gli altri nell’illusione di un mondo irreale. È una colpa grave. Le autorità civili devono impedire la produzione e la diffusione di materiali […]