Le Unità Pastorali come esperienze di sinodalità

Il testo illustra il processo di lavoro ed i risultati di un particolare accompagnamento dei parroci moderatori che la Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla ha promosso negli ultimi anni per sostenere lo sviluppo delle unità pastorali.

L’obiettivo della Diocesi era duplice: offrire un sostegno a coloro sui quali primariamente ricade il peso della costruzione delle unità pastorali (cioè i moderatori) e creare un laboratorio dove elaborare quadri di riferimento per portare avanti l’opera della costruzione delle unità pastorali.

L’accompagnamento è consistito in percorsi centrati sulle esperienze portate dagli stessi moderatori, facendo ricorso allo strumento dell’“analisi del caso”, inteso come situazione reale che viene messa sotto la lente di ingrandimento e approfondita in gruppo. Nel percorso si è toccato con mano quanto le unità pastorali non siano tanto “strutture” o “modelli” da applicare nella realtà, bensì processi che chiedono di essere avviati (Evangelii gaudium, 223) ed insieme accompagnati, curati e fatti crescere.

Maurizio Serofilli e Giorgia Gariboldi, Le Unità Pastorali come esperienze di sinodalità. Spunti teorico-pratici dal cammino della Diocesi di Reggio Emilia – Guastalla (Edizioni San Lorenzo, 2021), 190 pagine, 16,50 euro.

Maurizio Serofilli è socio dello studio Diathesis di Modena (www.diathesis.it). Di formazione filosofica e psicosociologica si occupa di formazione, progettazione e consulenza di processo nel campo dei servizi socio-educativi e sanitari e in quello pastorale e religioso.

Tra le attività svolte in quest’ultimo settore, indichiamo la consulenza al percorso di riorganizzazione di Caritas Italiana, quella per la costruzione della Provincia unitaria dei Frati Minori del Nord Italia e quelle con Dehoniani ITS e con la Congregazione Mariana delle Case della Carità.

Anche Giorgia Gariboldi è socia dello Studio Diathesis di Modena. Formatasi in ambito psicologico e psico-sociologico, si occupa di formazione, progettazione e consulenza di processo in ambito socio-educativo, sanitario e pastorale-ecclesiale.

In quest’ultimo contesto ha collaborato con gli Uffici pastorali di alcune Diocesi (Catechesi, Pastorale giovanile, Caritas) e ha accompagnato realtà di Vita Consacrata in percorsi di unificazione, ridisegno, ripensamento dei servizi apostolici e dei cammini di formazione continua (Suore di Maria Bambina, Dehoniani ITS, Carmelitane minori del-le Case della Carità).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.