Parte da Reggio il Giro d’Italia handbike 2021

Il Giro d’Italia Handbike 2021 prenderà il via il domenica 6 giugno con la Tappa di Reggio Emilia, organizzata dallo sportmaker nazionale Seo srl in collaborazione con la Asd Cooperatori e con il Comune di Reggio Emilia.

La tappa di Reggio Emilia era programmata per l’anno 2020 ed era stata ufficialmente presentata in Sala del Tricolore, poco prima del lockdown. Tutte le sette tappe del Giro 2020 sono poi state annullate, ma oggi, a distanza di oltre un anno, l’handbike riparte da Reggio Emilia per la gioia di tanti disabili che pososno ritrovarsi insieme a pedalare.  Saranno 4 le tappe del Giro: Reggio Emilia, Milano Pioltello, Roccaraso e Assisi.

Nella nostra città, gli handbikers saranno impegnati su un circuito disegnato completamente in centro storico di poco più di quattro chilometri di lunghezza.

Il regolamento della competizione prevede che per tutte le categorie la corsa abbia una durata di un’ora più un giro, ossia allo scoccare dei 60 minuti di gara, al passaggio del primo concorrente sulla linea di arrivo partirà per tutti l’ultimo giro.

Partenza e arrivo della gara sono previsti in piazza della Vittoria, luogo nel quale, visti i grandi spazi a disposizione, saranno delimitate le aree riservate e poste in essere restrizioni e precauzioni previste dai protocolli federali Covid per le gare a carattere nazionale. La partenza è prevista per le ore 11.

 Il circuito si sviluppa su una distanza di quattro chilometri. Si parte da piazza della Vittoria proseguendo per corso Cairoli, via Mazzini, corso Garibaldi, piazza Roversi, via Ariosto, viale Monte Grappa, via Emilia San Pietro, piazza Tricolore, viale Piave, viale Isonzo, via Nobili, via Spallanzani, piazza Martiri del 7 luglio per tornare in piazza della Vittoria.

Il circuito sarà completamente riservato agli handbikers e sarà luogo di gara esattamente per un’ora, trascorsa la quale scatterà l’ultimo giro. Il circuito è pressoché pianeggiante, con una sola minima salita fra via Nobili e via Spallanzani, poco prima di accedere al rettilineo di arrivo.

IL PROGRAMMA DELLA TAPPA REGGIANA –

Domenica 6 Giugno alle ore 8.30 inizieranno in piazza della Vittoria le verifiche delle licenze, la consegna dei chip, dei numeri identificativi e dei pacchi gara.

Alle ore 9.30 è prevista la riunione tecnica il Comitato organizzatore, il direttore di Corsa, i Giudici ed i Responsabili delle Società iscritte.

Alle 10.30 si procederà alla chiusura delle strade e alle 11 il sindaco Luca Vecchi da Piazza della Vittoria darà il via alla gara. Poco prima della partenza il cielo di piazza della Vittoria si tingerà di Tricolore.

La Pattuglia Tricolore della Top Gun Fly School di Reggio Emilia attraverserà lo spazio aereo del centro storico pochi istanti prima della partenza del Giro d’Italia Handbike 2021.

La scia Tricolore rappresenterà il benvenuto nella Città del Tricolore e il miglior augurio per il via della stagione a tutti gli handbikers e ai loro accompagnatori. 

Alle 12.30 circa è previsto il fine gara, anche se i primi concorrenti vedranno la bandiera a scacchi al termine dell’ultimo giro che scatterà poco dopo le 12.

Alle 13 nella grande area gialla di piazza della Vittoria verrà consegnato ad atleti ed addetti ai lavori il packed lunch e a seguire, presumibilmente non più tardi delle 14.30, andrà in scena la cerimonia di premiazioni preceduta dal taglio della forma di Parmigiano Reggiano con il casaro della latteria sociale di Villacurta e con gli addetti della Sezione di Reggio Emilia del Consorzio del Parmigiano Reggiano. Il taglio della forma sarà visibile a tutti sul grande schermo a led allestito in Piazza per favorire il distanziamento. 

La Tappa del Giro d’Italia Handbike sarà per la Asd Cooperatori l’occasione per ricordare il socio Eugenio Iotti, scomparso nel 2019, specialista dei percorsi delle gare amatoriali e ideatore della Granfondo Handbike. A lui saranno intitolati alcuni premi della gara.

“UNA HANDBIKE PER VOLARE”, PROGETTO DI CROWDFUNDING PER L’ATLETA REGGIANA NATALIA BELIAEVA –

La vita ha riservato all’atleta reggiana Natalia Beliaeva una difficile ripartenza, dopo un traumatico incidente che l’ha fortemente limitata nelle sue capacità fisiche.

Lo spirito e la determinazione da atleta non sono venuti a meno, ma per raggiungere determinati obiettivi servono anche mezzi all’avanguardia, alla pari degli avversari.

Fino ad oggi Natalia si è allenata e ha partecipato alle gare con una handbike usata e adattata alle sue disabilità dai volontari della Asd Cooperatori, costretta a spingere un mezzo pesante e a cambiare marcia con il mento. Natalia sogna di poter pedalare con una nuova handbike, più performante, che lei non si può permettere, adatta alla sua tetraplegia, per poter vincere altre importanti sfide. Impegno e sacrificio a Natalia non sono mai mancati.

Dopo aver vinto corse a tappe, oggi Natalia vorrebbe puntare alla maglia tricolore, alla partecipazione a gare internazionali e paralimpiche colmando il gap con le avversarie. Per questi obiettivi serve una handbike moderna e tecnologica che lei non si può permettere. 

Per questo, in occasione della Tappa del Giro d’Italia Handbike la Asd Cooperatori lancia il progetto “Una handbike per volare” con il principale obiettivo di raccogliere 8 mila  euro per acquistare un nuovo e performante mezzo a Natalia Beliaeva ed eventualmente, se le risorse raccolte lo permetteranno, aiutare anche altri disabili a dotarsi di una handbike per vivere l’emozione del “vento in faccia” alla pista Giannetto Cimurri di via Marro.

Le offerte potranno essere da 5 a 500 euro con vari tipi di ricompensa, dalla semplice cartolina autografata al volo gratuito sulla città. La raccolta fondi è attiva sulla piattaforma di crowdfunding ideaginger.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.