A Roncina il funerale di don Battista Munari

 

È morto improvvisamente nel pomeriggio di giovedì 27 maggio 2021 don Battista Munari. Il sacerdote era ricoverato da due anni presso la Casa del clero “San Giuseppe” di Montecchio Emilia.

Era nato a San Valentino il 2 marzo 1936 e aveva ricevuto l’ordinazione presbiterale il 29 giugno 1960.

La sua prima destinazione, una volta sacerdote, era stata quello di vicario cooperatore a Santo Stefano (1960-1961), quindi ad Arceto (1961-1962). Dal 1962 al 1976 don Battista fu cappellano agli Orfanotrofi. Nel 1975 ricevette due nomine diocesane: delegato vescovile per l’erigenda parrocchia di Baragalla a Reggio Emilia (1975-1976) e presidente del Comitato Anno Santo 1975.

L’anno successivo don Munari venne nominato parroco a San Quirino di Correggio, incarico che ricoprì fino al 1983. Ancora, il sacerdote nel 1988 diventò vicedirettore del Centro Sociale “Papa Giovanni XXIII”. Nel 2002-2003 don Battista fu inviato come collaboratore pastorale nelle parrocchie di Monchio delle Olle, Pianzo, Selvapiana e Roncaglio, per poi ricevere una nuova nomina, nel 2003, a parroco di San Savino di Castelnovo Sotto, comunità oggi inserita nell’unità pastorale “San Francesco d’Assisi”.

A San Savino don Battista ha svolto il suo ministero presbiterale fino a quando, per motivi di salute, ha dovuto ritirarsi presso la Casa del clero.

Un Rosario in suffragio di don Battista viene recitato venerdì 28 maggio alle ore 20.45 nella chiesa parrocchiale di Castelnovo Sotto.

Il funerale del sacerdote sarà celebrato nella chiesa parrocchiale di Roncina sabato 29 maggio alle ore 11; la Messa esequiale verrà presieduta dal vescovo Massimo Camisasca.

Dopo la liturgia di commiato, don Battista sarà sepolto nel cimitero di San Valentino.

2 risposte su “A Roncina il funerale di don Battista Munari”

Mi spiace moltissimo, era stato parroco agli Orfanotrofi proprio in quegli anni quando c’ero anche io come orfano, dal 1962 al 1966, porgo sentite condoglianze.

Vorrei ricordare il sacerdote e l’uomo stupendo che era Don Battista , con queste poche parole :
A te don
Carissimo Don … ancora , non posso credere che tu te ne sia andato … così in silenzio senza fare rumore , con quella discrezione che ti ha sempre caratterizzato…tu che hai sempre sostenuto il mio passo incerto , che mi hai guidato nei sentieri più difficili, con quel tuo procedere sicuro e determinato, che hai raccolto le mie lacrime facendomi capire che il Signore sa trasformare il pianto in gioia , che c’è sempre la luce del sole al di là delle nubi … che il Signore è grande nell’amore e misericordioso … tu che Lo hai servito in umiltà e semplicità, con la capacità profonda di vederlo e di trovarlo sempre nei suoi figli, sopratutto nei più piccoli e nei più fragili….il tuo cuore è sempre stato un cuore grande, c’era spazio per tutti …. ma proprio per tutti…. nessuno dopo aver parlato con te usciva a mani vuote… tu strumento costante dell’amore di Dio…. quanti insegnamenti di vita ci hai lasciato don .. con quella tua immensa cultura capace di argomentare con qualunque persona che fosse o non fosse cristiana … tu eri capace di arrivare alla Verità sempre , in punta di piedi , con un estremo rispetto dell’altro …. tu che sei stato capace di sentirti debole con i deboli, fragile con i fragili … umile servitore del Signore … forse ti troveremo a passeggiare per le tue amate montagne…libero finalmente di poterle rivedere…e da dove sei ora so che non smetterai di amarci e di vegliare su ognuno di noi..grazie don per questo tuo bene … immenso.. grazie perché nei momenti importanti della mia vita .. tu ci sei sempre stato …. ti portiamo nel cuore … per sempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.