Morto don Romano Zanni, cordoglio del Vescovo

Don Romano Zanni è stato un mio importante collaboratore durante questi anni di servizio episcopale a Reggio Emilia, come Vicario Episcopale per la Carità e le Missioni in quanto delegato vescovile della Caritas e direttore del Centro Missionario diocesani. Con lui ho condiviso tante iniziative, ma soprattutto i viaggi missionari.

Questi ultimi sono stati l’occasione nella quale mi ha fatto partecipe del suo grande cuore e della profonda conoscenza delle missioni. Mi ha parlato di un passato recente che potevo avvicinare solo nella testimonianza di chi lo aveva vissuto.

Attraverso don Zanni ho potuto sentire un po’ accanto a me don Prandi, di cui è stato uno dei figli prediletti, e ho conosciuto le Case della Carità, soprattutto il loro dono per tutta la Chiesa.

Don Romano è stato un uomo esigente, per sé e forse anche per gli altri, severo e assieme benevolo, riservato e assieme estroverso.

18 novembre 2018, il vescovo Massimo e don Romano Zanni all’inaugurazione degli Uffici di Curia (Foto Codazzi)

È stato un traghettatore della Congregazione Mariana verso una riforma, in una riflessione che continua sul posto della loro Famiglia nella Chiesa. Dopo don Prandi sono cresciuti sull’albero altri rami. Di tutto ciò don Zanni si è fatto carico, con una grande spesa di energie spirituali e psicologiche.

I suoi ultimi mesi di vita sono stati segnati dall’aggravarsi della malattia, vissuta con una grande, miracolosa serenità e un totale abbandono al disegno di Dio. Mi ha sempre confortato incontrarlo in questi ultimi tempi. Ho chiesto a Dio per me di avere la stessa confidenza e lo stesso santo desiderio.

+ Massimo Camisasca

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.