Guastalla, ripartono i progetti della Biblioteca con le scuole

Con qualche pausa forzata, dovuta alle chiusure degli istituti scolastici quando l’Emilia era in zona rossa, i progetti indirizzati alla primaria hanno continuato e continuano con successo. 18 le classi coinvolte per un totale di circa 400 alunni.

Come sempre all’inizio di ogni anno scolastico, la Biblioteca comunale di Palazzo Frattini crea progetti di promozione della lettura specifici per le scuole di ogni ordine e grado. Lo ha fatto anche a settembre 2020 quando ha proposto alle scuole primarie il progetto “Un anno di… storie”, una iniziativa ancora in corso a cui hanno aderito 18 classi per un numero totale di circa 400 alunni.

In particolare, due operatrici della biblioteca hanno attivato, prima della chiusura degli istituti scolastici in zona rossa, 55 incontri in presenza nelle classi del plesso guastallese e con la riapertura dopo il periodo pasquale sono tornate per recuperare gli incontri sospesi e continuare le attività che trovano un alto gradimento fra gli allievi.

“Un anno di … storie” si articola in una serie di incontri tematici differenziati in base alle età degli alunni.

Le classi prime e seconde seguono l’attività “Ti racconto …un LIBRO”: letture espressive ad alta voce di testi illustrati con l’utilizzo della L.I.M. (lavagna interattiva multimediale) per le immagini. Dopo la lettura c’è una conversazione condivisa sui temi e i messaggi proposti. L’altra attività proposta agli alunni di prima e seconda è “Parliamo di NATURA”, ovvero la lettura di racconti riguardante l’ambiente che ci circonda, seguita anch’essa da conversazioni e giochi (considerato il periodo difficile le attività di gioco non sono di gruppo ma individuali).

Alle classi terze sono dedicati gli incontri dal titolo “100 anni Rodari”, che prevedono letture di storie, filastrocche e racconti di Gianni Rodari con conversazione e giochi.

Le classi quarte e quinte, invece, partecipano a dei veri e propri “Laboratori di lettura”, con lettura di un libro ad alta voce. Il bibliotecario propone un libro ai bambini, prima di iniziare la lettura viene analizzato, osservando la copertina, evidenziando titolo, autore, editore. Tramite L.I.M. si ricercano immagini e bibliografia dell’autore quindi si procede con la lettura ad alta voce di tutto il libro suddiviso in vari incontri. Ad ogni incontro dopo la lettura viene richiesto ai bambini di svolgere un’attività sui personaggi, sulla trama, sul finale della storia.

Altri progetti di promozione della lettura sono stati attivati nelle scuole superiori, in particolare “Lib(e)ridileggere” con gli studenti delle classi prime dell’Istituto Russell che dall’inizio dell’anno partecipano agli incontri condotti dall’esperta Simonetta Bitasi, proposti in presenza quando è stato possibile e online durante le chiusure della zona rossa. Questa attività è ancora in corso e continuerò fino alla fine dell’anno scolastico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.