Uruguay, un “A-B-C” solidale

Dal gennaio 1949 le Missionarie Francescane del Verbo Incarnato, fondate dalla reggiana madre Giovanna Francesca Ferrari, gestiscono in Uruguay a Maldonado il “Colegio Virgen del Santander”: è stata la prima missione della congregazione religiosa in terra latino-americana.

Il Collegio era stato aperto quattro anni prima dal cappuccino padre Domingo da Tacuarembò.

Si tratta di un’istituzione educativa particolarmente importante per il territorio: ospita 24 studenti: 20 della scuola primaria e 4 della scuola dell’infanzia.

Difficile, soprattutto anche a causa della pandemia, è divenuta già dallo scorso anno la situazione a Maldonado: molte persone sono disoccupate o in cassa integrazione, per cui i genitori già dal 2020 non erano in grado di pagare le rette e i figli non possono proseguire gli studi.

Certamente anche questo fenomeno rientra in quella che Papa Francesco ha definito la “catastrofe educativa”, con una crescita allarmante del divario educativo.

Per far fronte a questa drammatica situazione la superiora generale delle Missionarie Francescane del Verbo Incarno, madre Fátima Godiño, ha dato vita in Quaresima al “Progetto A-B-C” con l’obiettivo di appoggiare i 24 studenti con le rispettive borse di studio per il 2021, coinvolgendo tutte le comunità religiose della congregazione e i tanti amici e sostenitori dell’Istituto.

Va ricordato, inoltre, che dalla metà del secolo scorso opera instancabilmente in Uruguay l’ultranovantenne suor Lina Messori (foto), nata ad Arceto il 9 giugno 1927; giunse nel Paese sudamericano con il secondo gruppo di religiose assieme alla fondatrice madre Giovanna.

è possibile contribuire al “progetto A-B-C” tramite erogazioni liberali deducibili sul conto corrente bancario aperto presso l’agenzia di Fiesole di Intesa Sanpaolo e intestato alla Congregazione delle Suore Missionarie Francescane del Verbo Incarnato, Iban IT95F 03069 37842 0000 0000 8052; causale: Progetto A-B-C.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi presso la Casa di Fiesole, telefono 055.59200, all’economa suor Chiara Lusetti, originaria di Villa Aiola, che ha trascorso alcuni anni nella missione di Bozoum in Centrafrica.

Gar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.