Pandemia, campagna di preghiera lanciata da Camisasca: il testo dell’orazione

 

Ai preti, diaconi, religiosi, laici della nostra Chiesa

A tutti gli uomini e le donne di buona volontà

Cari fratelli e sorelle,

cari amici,

    da più di un anno ormai siamo attraversati da una terribile pandemia, che assume volti sempre nuovi e misteriosi. Essa scuote le nostre esistenze, ci segna con la malattia e la morte, spesso lontana e isolata, di molti nostri famigliari e amici. Ci allontana gli uni dagli altri. Ha obbligato la chiusura di tante nostre imprese. Ha allontanato i nostri ragazzi dalla scuola e dai loro amici. Ha provocato nuove, gravi povertà. Ha creato disagi psichici di gravissima portata che necessiteranno di lungo tempo per poter essere curati. Soprattutto ha indebolito la nostra speranza. Per molti, purtroppo, tutto ciò ha rappresentato una ragione sufficiente per allontanarsi dalla vita quotidiana della Chiesa, dalla catechesi, dalla celebrazione eucaristica.

                Non sappiamo quando questa pandemia terminerà. Ora sta passando di mutazione in mutazione. Speriamo che le vaccinazioni, che hanno subito rallentamenti, possano in futuro essere decisive.

Durante questi mesi abbiamo assistito al lavoro intenso e talvolta eroico di moltissimi medici e operatori sanitari, all’assistenza di tanti famigliari. Abbiamo goduto della preghiera di molta parte del popolo cristiano, in primo luogo del Papa, che ci ha spinti a confidare in Dio.

Accanto a tutto questo, si è insinuata nelle nostre menti una forma subdola di materialismo ateo che ci ha fatto rivolgere alla scienza come all’unico approccio possibile per l’affronto del male. Mentre rinnoviamo il nostro grazie agli scienziati e ai ricercatori e li invitiamo a continuare nella loro opera, siamo assieme consapevoli che la scienza non detiene le chiavi ultime della vita: esse stanno in Dio, nostro Padre, che segue, guida e corregge la nostra esistenza. Benché Egli non sia l’origine del male, in questo mondo imperfetto, segnato dal peccato e dalla morte, Dio si serve del male per la nostra conversione, per richiamarci a ciò che è essenziale, a ciò che resta, alla vita che non finisce.

Chiediamo perciò a Lui, con animo filiale e insistente, la conversione dei nostri cuori e delle nostre giornate per ottenere dalla sua misericordia la fine della pandemia. Preghiamo al mattino e alla sera, in ogni famiglia e comunità, attraverso l’intercessione di Maria Santissima e di san Giuseppe, affinché cessi questo male e sia rinnovato il bene nella nostra terra e nelle nostre vite.

Suggerisco una preghiera che, per la sua brevità ed essenzialità, può essere recitata da soli o assieme a famigliari ed amici, appena alzati, prima di dormire o all’inizio del pranzo e della cena.

 

PER LA LIBERAZIONE DALLA PANDEMIA NELLA CONVERSIONE DEI CUORI

                                                                                                                             

A Te, Signore Onnipotente e Misericordioso,

rivolgiamo la nostra supplica:

allontana da noi il peccato

che ha fatto entrare la morte nel mondo.

Conduci a te i nostri cuori

e liberaci dalla pandemia che affligge le nostre esistenze

e quelle di tanti nostri fratelli e sorelle.

Ridonaci la gioia dell’incontro,

la fatica del lavoro,

la certezza della vita che non finisce.

Riaccendi in noi la sete e la gioia per i sacramenti

della Riconciliazione e dell’Eucarestia.

Aiutaci ad essere vicini a chi soffre.

Guarisci i nostri malati,

assisti in modo particolare i nostri ragazzi e le loro famiglie.

Dona a tutti la conoscenza di Te, Padre Creatore,

del tuo Figlio Salvatore

e dello Spirito Santo Consolatore.

Per l’intercessione di Maria Santissima

e di san Giuseppe, patrono della Chiesa,

ottienici presto questa grazia

che ti chiediamo con animo fiducioso e filiale.

Gloria al Padre… (3 volte)

Reggio Emilia, 4 marzo 2021

+Massimo Camisasca

Preghiera_Pandemia_-_Mons_Camisasca

28 risposte su “Pandemia, campagna di preghiera lanciata da Camisasca: il testo dell’orazione”

Grazie Eminenza di questa bella e necessaria preghiera. La recitiamo ogni giorno. Paolo e Chiara Cremonesi

Finché ci sarà la pandemia, recitero’ ogni giorno questa preghiera. Buona Pasqua.

Recitata ogni mattina dopo le lodi o l’angelus, dopo il ringraziamento, è proprio una suppica filiale e fiduciosa. Continuiamo finché possiamo. Grazie. Sb

Bella, profonda, utile ed assai opportuna preghiera! C’è forse un lapsus: nell’invocazione finale, rivolta a Dio Padre, non dovrebbe esser scritto “ottienici questa grazia”, ma “facci questa grazia”, in quanto una grazia viene OTTENUTA o direttamente da chi la riceve, o da chi la chiede intercedendo per qualcun altro, come Maria o un santo. In ogni caso non viene ottenuta da Dio stesso

Grazie Eccellenza bellisima preghiera. Parole ricche di amore verso Dio Maria Santissima San Giuseppe! La Santissima Trinita’ Dio Padre Dio Figlio Dio Spirito Santo : AMORE!!! Se ci fosse più amore tra gli uomini, più rispetto xei più deboli, neanche in questo doloroso tempo carico di dolore, morte, solitudini… c’è sempre tanto non interesse per i più deboli e i sofferenti, c’è chi “ignora, fa finta di non vedere la realta’ drammatica e si permettedi non indossare e indossare bene una mascherina, di non osservare le norme sanitarie, o di insistereper ricevere la comunione non in mano dicendo che si manca di rispetto al Signore?!…. ci sono i nostri fratelli frati che e’ da quasi un anno che per celebrare Messa in sicurezza per tutte le Sante Mese ogni giorno si mettono a disposizione per l’accoglienza dei fedeli per misurare temperatura e igenizzare mani ad ogni persona che va alla SANTA MESSA QUESTO E’ AMORE PER L’ALTRO! Rita C:

Grazie Don Massimo per averci riportati a vivere con fede intensa il reale. Abbiamo bisogno di testi e soprattutto abbiamo bisogno di testimoni.
Dal tuo gesto di carità, con fede e speranza ti seguiamo.

Come è
possibile che la CEI sia così sottomessa a coloro che hanno voluto il divorzio e l’aborto fino al punto di permettere la chiusura delle chiese ma l’apertura dei supermercati,
La CEI credo sappia che esiste un pane materiale ed un PANE spirituale
Sono molto preoccupato per questo atteggiamento di NON presa forte di posizione

Prego il Signore Dio e la protezione della vergine Maria che mandi lo Spirito Santo ad illuminare eguidare i nostri Vescovi xche siano faro per tutti i fedeli
Un abbraccio forte a tutti voi ciao Angelo

Io sono per un Cristianesimo più critico e Adulto!
Critico poiche’ osservo che uno dei 7 doni dello Spirito Santo e’ la scienza e non penso che chi ci lavori ne sia sprovvisto!
Adulto
La Responsabilita’ del salto dall’Animale all’Uomo grava sul libero Arbitrio di cui Dio ci ha reso simile..
La mia preghiera e’:
Che sia un’Occasione di maturazione e di condivisione dell’Altro con una nuova consapevolezza(Gesu’ disse:vi e’ stato detto ma io vi dico!)
Ebbene la realta’ complessa ci dice che l’Uomo,la Religione, i rappresentanti,il Creato se anteposti a interessi di parte,possono nascere conseguenze di cui pendirci ecco perche’ un esame di Coscienza non guasta e che si ripara Amando cio’ che diamo per scontato

Grazie eccellenza per questa Sua iniziativa che dimostra la Sua sensibilità di pastore e padre. Spero che molti altri pastori dietro questo Suo invito possano fare altrettanto, per far sì che credenti e non, si sentano meno soli nell’affrontare lo strazio che stiamo vivendo.
Grazie, Le assicuro la mia totale condivisione.
Franca Negosanti Bugli (Rimini)

Grazie eminenza x questa bella preghiera, che dirò ogni giorno. Sia sempre lodato Gesù Giuseppe e Maria.

Consapevoli ora come non mai che solo nel Suo Nome si vincerà ogni lotta, prima fra tutte quella contro questa pandemia.Nella Fede assoluta ,incondizionata nella Trinità e nella forza della conversione universale,ci uniamo a Te o Padre ,ringraziando il nostro Vescovo per averci indicato la strada potente della preghiera.

Il nostro Dio è il Padre misericordioso, in pena per il figlio lontano che accoglie SENZA CONDIZIONI, felice solo di riaverlo! E’ il samaritano che si piega sul malcapitato sulla via di Gerico e lo aiuta, senza nessun prerequisito, senza pensare se poi il malcapitato si convertirà… O forse non dovrà convertirsi, le prove della vita arrivano senza che ce le “meritiamo”: arrivano, sono prove, a noi capire come la nostra fede nel Dio che Gesù ci rivela possa sostenerci nel cammino che ci attende.
Non credo in un dio che si serve del male per condizionare l’uomo!

Preghiamo affinché gli uomini di scienza continuino a lottare contro le malattie, ad usare la conoscenza per il bene dell’umanità, anche al costo della loro vita. Costoro portano il regno di Dio nel mondo. Dio non usa il male per cambiare il mondo, si serve di queste persone perché agisce nell’intimo dell’anima.

Grazie Eccelenza x la bellissima preghiera che scritto cosi ci insegna a pregare x tutti noi peccatori.grazie.

Grazie per le sue belle parole.
Perchè in questi momenti così difficili per qualcuno il problema è prendere la santa comunione in bocca piuttosto che in mano? Non capisco……

Sono Don Lush Gjergji, il biografo di Madre Teresa. Il messaggio e lo spirito – il cuore di Mons. Camisasca, è in piena armonia con quello di Gesù e della Chiesa cattolica. Parla e scrive da Pastore e Padre, da Fratello ed Amico. Perciò condivido ed appoggio pienamente, con la mia preghiera, da “lontano”, dalla capitale del Kosovo, Prishtina. Uniti nella preghiera e nel Signore. Don Lush GJERGJI

Grazie, caro Vescovo, per questo dono di Preghiera che ci fa, confidando nella forza dei cuori, ispirata da Dio.

Eccellenza,grazie per la sua preghiera,laSua voce in ogni circostanza interviene al momento opportuno.Sono convinta che solo nella conversione,come fu per gli abitanti di Ninive,Dio lo si commuove,ponendo un limite al male e nella preghiera umile,fiduciosa e continua esaudisca,trasformando il male in bene e risanando l’umanità’ peccatrice ,spiritualmente,psichicamente e guarendola fisicamente.Grazie Gianna Rocchi

Caro eminenza sono contenta de la vostra iniziativa vi vorrei contattare in privato per consegnarvi un messaggio de e posibile vi ringrazio Sia lodato il nostro Signore Gesù ❤️

Grazie per questo suggerimento e avviso .Confidiamo nella misericordia del nostro Signore

Te lo chiediamo, o Signore, per i meriti delle Tue Sante Piaghe! Non guardare O Signore i nostri peccati passati, presenti e futuri ma il Sangue Preziossimo di Tuo Figliolo Gesù Cristo Notre Signore, versato per il nostro riscatto!
Siamo stati accecati dal nostro orgoglio e dalla nostra sete di dominio e potere, Ti abbiamo abbandonato, detronizzato, ignorato e calpestato! Poveri noi! Poco alla volta abbiamo ceduto su ogni virtù cristiana per la nostra propria rovina! Siamo perduto! Da chi andremo noi!? L’antico serpente sta completando la distruzione della Tua Creazione, non permettere che lo faccia rendendo vano il Tuo Supreme Sacrificio sulla Croce! Tu puoi con un soffio disperdere le tenebre che offuscano il nostro spirito; Ti imploriamo, O Dio Onnipotente, risveglia la nostra coscienza, ravviva la nostra Fede morente, la nostra Speranza infievolia e la nostra fredda Carità! Così come hai calmato la tempesta con una sola Parola, suscita eserciti di Anime RIPARATRICE del Tuo Nome per tutto Ristaurare nel mondo, nella Società, nelle Leggi, nella Chiesa, nelle Famiglie e nei nostri cuori rimettendo Nostro Signore Gesù Cristo al primo posto; Ascolta il nostro grido disperato, rafforza la nostra volontà di combattere il Male insediato ovvunque, e così facendo ristabilire l’Ordine, l’Armonia, la Vita Santa e Virtuosa, e rendere gloria a Dio Padre Nostro! Signore, senza di Te nulla siamo, nulla possiamo!
Te lo chiediamo per l’intercezione del Cuore Immacolato di Maria, a cui confidiamo! Amen

grazie eminenza x la sua attenzione a tutti noi,grazie x le sue preghiere insieme a noi,grazie x il suo invito ad affidarci alla sacra famiglia.
Buona giornata

Secondo me i vaccini sono un dono divino, che il Signore ci ha mandato perché è misericordioso e vuole vedere se siamo costanti nella preghiera. Io continuo a pregare e prego anche per coloro che non rispettano le regole, affinché si rendano conto del loro comportamento irresponsabile.

Eminenza, faccia che i sacerdoti si diano una mossa e portino la S. Eucaristia ai malati.
Perché la Chiesa si è fatta
sottomettere anche in leggi inopportune in tali casi dallo stato?
La Chiesa dev’essere indipendente, e ci diano questo Santo pane in bocca.
Un caro saluto nella Preghiera,
Giovanni Gatti.

Finalmente un vescovo veramente sorvegliante del suo popolo amante della fede di chi in forza del battesimo ha la grazia di vivere e di sentirsi creatura nuova. Il popolo scongiura che ci siano sacerdoti che in forza della loro fede con ardita intraprendenza la comunicano e la testimoniano. La preghiera è necessità della carne e della materia perché tante volte la Vergine Santissima l’ ha raccomandata in questi termini. In comunione con Cristo non si fermi e ci aiuti a scacciare il morbo della paura fomentato dal nemico numero uno che purtroppo ha tanti alleati sia fuori che dentro la Chiesa. In comunione Franco.
.

Più che le vaccinazioni (che in realtà sono spesso delle dannose terapie genetiche) servirebbero fede, sacramenti e anche sacramentali. Invece si insiste a lasciar vuote le acquasantiere e a distribuire la SS. Ostia nelle mani dei fedeli, come se Nostro Signore, che ha vinto la morte, sia veicolo di infezione virale. Da un anno mi chiedo: ma quando ci sveglieremo e daremo a Dio quel che è di Dio, dopo aver dato a Cesare anche quello che non era di Cesare?

Sua eminenza sono contenta di questa bella preghiera da recitare contro il corona virus ,ma mi permetta di dirle che lei potrebbe fare di più perché tutte le chiese nn mettono l’esposizione del santissimo e pregare x la fine di questo virus ???le assicuro che i fedeli sarebbero felici di pregare x questo ,,io penso che Gesù sia il nostro vaccino sia la nostra salvezza se Gesù è venuto x salvarci ,liberarci guarirci perché allora nn fare come ha fatto mose ???dell’esodo 17,8 lui era in cima al colle con il bastone in mano ,il bastone di Dio
Tenne alzate quelle braccia ma quando erano stanche qualcuno li aiutava a sorreggere, mi scusi eminenza ma se il popolo va davanti a Dio ad implorarlo come ha fatto mose Dio dice che nn ascolta ????nel vangelo dice bussa e ti sarà aperto chiedi e ti sarà dato …..
Cordiali saluti teresa

Le chiese non avrebbero mai dovuto chiudere. Siamo stati privati dell’unico cibo veramente necessario : la Santa Eucarestia. Sarebbe bastato contingentare l’ingresso come nei supermercati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *