Ancora in calo la popolazione scolastica reggiana

Prosegue, per il quinto anno consecutivo, il calo della popolazione scolastica reggiana, scesa lo scorso settembre sotto quota 80.000, attestandosi a 79.864 unità, 1.383 studenti in meno rispetto all’anno scolastico 2019/20.

Una flessione dell’1,7% frutto del continuo calo di iscritti ai servizi 0-6 anni, dove da ben sette anni si chiude con il segno meno: in quest’anno scolastico 2020-21, i bambini dei nidi sono ulteriormente scesi da 4.205 a 3.803 (-9,6%), quelli delle scuole dell’infanzia da 12.886 a 12.085 (-6,2%). Nelle scuole statali, sensibile anche la diminuzione degli scolari delle elementari (23.522, 708 in meno rispetto all’anno prima: -2,9%), mentre l’onda lunga della denatalità sta raggiungendo le scuole medie (16.186, appena sei in più, gli alunni delle secondarie di I grado).

Ad aumentare, e sensibilmente, sono solo le secondarie di II grado (le superiori) che salgono a 22.782 studenti (+ 2,7%). Per quanto riguarda gli indirizzi, gli iscritti alle prime classi a settembre nell’area liceale erano il 42,3% (+5,1%), davanti all’area tecnica (33,6%, -1,3%) e a quella professionale (24%, -3,9%). È quanto emerge dall’ultimo Annuario della Scuola reggiana, l’importante pubblicazione curata dal professor Luciano Bonacini e da Silvia Ballabeni per la Provincia e l’Ufficio scolastico regionale (ex Provveditorato agli studi) che da ben 27 anni fornisce a tutti gli operatori della scuola, in modo esauriente e dettagliato, un quadro informativo quantitativo e qualitativo del sistema educativo provinciale.

L’Annuario è stato presentato in videoconferenza dal presidente e dalla vicepresidente con delega all’Istruzione, Giorgio Zanni ed Ilenia Malavasi, insieme al dirigente dell’Ufficio scolastico regionale XI di Reggio Emilia Paolo Bernardi ed agli stessi curatori, e all’ex dirigente tecnico del Miur, Luciano Rondanini.

Per quanto riguarda i risultati scolastici del 2019/20 sono stati fortemente impattati dalla situazione pandemica e dalla decisione, con il decreto legge 22/2020, di limitare la non ammissione alla classe successiva solo in casi eccezionali. Pertanto, sia la scuola secondaria di I grado che quella di II grado hanno visto un notevole miglioramento rispetto agli anni precedenti. Nelle scuole secondarie di I grado la percentuale di alunni non ammessi alla classe successiva è calata dall’1,8% allo 0,3%, nelle secondarie di II grado è passata dall’11,6% all’1,2%, con una leggera differenza tra il primo biennio (1,3%) e il triennio (1%).

L’Annuario, che viene distribuito gratuitamente ai numerosi soggetti che operano nel sistema d’istruzione del territorio provinciale e regionale, è disponibile anche in formato elettronico sul sito della Provincia di Reggio nella sezione “Scuola e Diritto allo studio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.