Il coraggio di Sofia

La testimonianza di ‘Sofia’, vittima del traffico di esseri umani e costretta a prostituirsi in strada a 16 anni.
Sofia è stata accolta dai volontari dell’unità di strada dell’associazione “Rabbunì”. Il video raccoglie anche le testimonianze di Alessia Masoni e Giovanna Bondavalli di “Rabbunì”

Ogni anno nel mondo, secondo le stime della Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL), trafficanti senza scrupoli riducono in schiavitù un numero compreso tra 700.000 e 2.000.000 di persone. 

Sono le vittime della tratta di esseri umani che in gran parte coinvolge donne e ragazze che vengono condotte con l’inganno e la forza in Occidente per alimentare la domanda di sesso a pagamento. Centinaia di queste schiave arrivano ogni anno anche a Reggio a provincia e sono costrette a prostituirsi. Dal 1995 i volontari dell’Associazione reggiana “Rabbunì” incontrano queste donne sulle strade.

Il documentario completo, “Catene da spezzare” trasmesso su Telereggio sabato 23 e domenica 24 gennaio 2020, è disponibile per gli utenti “La Libertà Plus”.

Catene da spezzare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.