Salto di qualità online

Tutto nuovo il sito laliberta.info: al centro l’esperienza degli utenti

22 gennaio 2021, un grigio venerdì  coperto dalle foschie di una situazione sanitaria ed economica non ancora tranquillizzante. Eppure per la Chiesa di Reggio Emilia-Guastalla un giorno a suo modo storico, perché inizia a prendere vita in modo più evidente e funzionale la trasformazione digitale dell’informazione.

Cambia volto (ma non nome) il sito laliberta.info, il grande portale che grazie ai social network ha ampliato gli orizzonti dei contatti e delle condivisioni, come ha dimostrato il successo italiano del concorso “Presepi nelle case”. Non è solo un restyling, del che prima o poi tutti i siti internet abbisognano se vogliono restare al passo con i tempi. È un salto di qualità produttivo, che avvicina ancora di più “La Libertà” a un quotidiano in grado di fornire notizie, approfondimenti e – sì, anche questo è richiesto dai lettori – intrattenimento, muovendosi tra la carta stampata, che rimane un asset strategico a smentita di cassandre oramai invecchiate, e l’universo dei media digitali, che passa da aggiornamenti quotidiani a fotogallery sfogliabili a poche ore dagli eventi, da dirette e programmi per la televisione e YouTube a rubriche curate dai nostri numerosi collaboratori, dall’app per leggere l’edizione digitale del settimanale ai post pubblicati ogni giorno su Facebook, Instagram, Twitter, con uno sguardo già proiettato ai nuovi podcast che lanceremo su un nuovo canale diocesano.

 

Il tutto a fronte di una diversificazione di pacchetti di sottoscrizioni che, dal profilo La Libertà “Free” (gratuito) all’Abbonato Sostenitore, permettono di fruire, con proposte economiche adeguate (e, riteniamo, anche molto popolari), di una gamma vastissima e proporzionale di contenuti tra articoli, rubriche, foto, video, audio. Ciascuno sceglierà in base ai propri gusti e alle sue necessità di informazione e diletto, e naturalmente potrà pagare online il prodotto preferito. Dietro questo giostrare, con apparente naturalezza, tra media e linguaggi differenti al ritmo indiavolato dei social c’è un grande lavoro di redazione: La Libertà si conferma il marchio riconoscibile delle attività del Centro diocesano Comunicazioni sociali, continuando a coniugare solidità valoriale, afflato pastorale e incontro ‘in uscita’ con generi di pubblico anche molto diversi tra loro.

Non abbiamo atteso, per debuttare online, che il nuovo sito fosse perfetto. Tante migliorie verranno nei prossimi tempi, anche grazie ai vostri suggerimenti, che potete sempre trasmetterci ai nostri recapiti di telefono, WhatsApp (solo messaggi), social e mail. Ma non c’è niente di peggio che annoiare con tutte le novità che abbiamo realizzato: così, sarà la vostra esperienza a guidarci per fare meglio.

Il progetto di rinnovo è stato pensato lungo tutto il 2020 insieme a un partner che fa della soddisfazione degli utenti il suo punto di forza, l’azienda Diapason Digital. Giusto lasciare a loro una valutazione sul primo ‘lancio’ di laliberta.info: “Come Diapason Digital siamo felicissimi di aver avuto occasione di applicare i concetti della User Experience nel design del nuovo sito de La Libertà. Per chi non è avvezzo alle attività digital, si tratta in estrema sintesi di far convergere le necessità dei nostri clienti con quelle delle persone a cui si rivolgono.

Nella pratica significa realizzare qualcosa che le persone possano utilizzare con soddisfazione. Rispettando i vincoli tecnologici sottostanti e tenendo l’occhio sul motore di ricerca, abbiamo completamente ridisegnato l’interfaccia del sito web lavorando soprattutto sull’architettura dell’informazione, aspetto fondamentale considerata la natura del progetto. Un nuovo server dedicato e l’ottimizzazione del codice hanno consentito di migliorare considerevolmente l’usabilità e l’esperienza utente. Abbiamo inoltre rivisitato tutta la parte eCommerce per facilitare l’acquisto delle diverse tipologie di abbonamento”.

Buona navigazione e grazie per i vostri riscontri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *