Tra le tue sgrinfie

Da “Lo Scaffale dei Libri” su La Libertà del 6 gennaio 2021

Un imprenditore fallito, senza più risorse, medita di farla finita. Ma l’incontro con un uomo immondo e sublime, usuraio e pittore, boss della malavita, mago dei travestimenti gli offre un’ancora di salvezza, e al contempo è un’ulteriore discesa agli inferi in cui il protagonista scopre le menzogne in cui è vissuto. È la storia di una vita borghese che va in malora e, nella malora, ritrova in qualche modo se stessa.
Così comincia “Tra le tue sgrinfie”: “A bordo della sua vespa, in una splendente e profumata domenica pomeriggio di primavera, di quelle che esaltano se sei felice, o ti affossano se sei triste, l’avvocato Borrani stava, dal porticciolo di Quercianella, dove era andato a far un giretto in barca, tornandosene a casa lungo l’Aurelia affollata di motociclisti, tutto soddisfatto della giornata. La luce e i profumi dilagavano nell’aria, tutto rideva ai suoi occhi, in un tripudio di leggerezza. Il mare luccicava e mandava sorrisi di spuma. Dopo un inizio incerto, la primavera aveva ora sferrato il suo attacco definitivo, e ora trionfava di colori e di odori”.

Giuseppe Benassi “Tra le tue sgrinfie” (Manni Editori, 2020), 128 pagine, 15 euro.

Giuseppe Benassi è nato nel 1960, vive a Reggio Emilia. È avvocato e autore di sette romanzi con protagonista l’avvocato livornese Leopoldo Borrani. L’ultimo in ordine di tempo è L’uomo col chihuahua (Pendragon 2020).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *