A Trignano un «centro del Rosario»

Una particolare devozione mariana in questa frazione di San Martino in Rio nella cui storia si narra di prodigiose guarigioni testimoniate da tanti ex voto

Quante chiese ormai, nelle nostre unità pastorali, sicuri simboli di antica fede in ogni pur nostra più piccola frazione, vivono oggi una stentata attività liturgica; mancano sacerdoti, mancano fedeli e le porte sono spesso inesorabilmente chiuse. San Giorgio in Trignano, frazione di San Martino in Rio, era una di queste, sesta chiesa di una vasta unità pastorale. Ma se dallo Spirito viene il Consiglio, ecco allora che possiamo raccontare una storia lieta; a Trignano, infatti, si viveva una secolare devozione alla Beata Vergine del Monte Carmelo, distributrice di grazie al popolo (come testimoniano i tanti ex voto ancora rimasti) e mediatrice, certificata da atto notarile, di un miracolo agli occhi avvenuto su un adolescente nei primi anni del 1800 e del quale è stata fatta ampia ricerca delle fonti.

Da qui, il Consiglio ha fatto nascere l’idea: perché, allora, non affiancare alla ormai decennale “cappella dell’adorazione perpetua” dell’unità pastorale una seconda cappella, dedicata espressamente alla Madre di Dio?

Continua a leggere l’articolo di Giuliano Bursi su La Libertà del 6 gennaio 2021

RINNOVA ORA il tuo abbonamento a La Libertà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.