I Presepi della carità

Un video «online» dà parole e immagini al Natale cristiano

Bisogna riconoscere all’Associazione Città di Reggio (Aps) e a Graziano Ferrari in modo speciale il merito di avere scommesso sull’attrazione pubblica del Natale cristiano anche in un tempo storto e sofferto come questo. E di averlo fatto convintamente e con anticipo, quando non si sapeva come l’anno “ventiventi” sarebbe andato a finire, raccogliendo bei presepi e ancor prima le storie che quegli oggetti raccontano nel Battistero cittadino – dove l’anno scorso decine di migliaia di persone hanno ammirato costruzioni sul tema “dei santi e dei santuari” – con espansioni quest’anno anche nella Basilica di San Prospero e in Cattedrale (dal 21 dicembre), fino al 6 gennaio 2021.
È la stessa molla che ha spinto il Centro diocesano Comunicazioni sociali/La Libertà, che a sua volta ha donato un suo breve video alla mostra, a proporre di nuovo e con gaudio il concorso dei presepi nelle case, che grazie all’amplificatore dei social sta riservandoci liete sorprese; ma di questo parleremo un’altra volta.

Leggi tutto l’articolo di Edoardo Tincani su La Libertà del 16 dicembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *