Quando Suor Jole Zini salvò Villa Minozzo dall’eccidio

Tutto era pronto perché la chiesa, minata,crollasse addosso alla popolazione e la uccidesse. E lei disse: “Comandante, prenda me, ma salvi la gente” 

Nella sacrestia della chiesa parrocchiale di Villa Minozzo c’è una piccola targa che dice: «Il 13 aprile 1945

/ in questo luogo / madre Jole Zini / (1914–1989) / delle Piccole Figlie dei Sacri Cuori / salvò la chiesa di Villa Minozzo dalla distruzione / e la popolazione dall’eccidio.

/ A ricordo dell’opera della suora / che, negli anni della caligine, / ha educato i bambini nella scuola, / ha procurato cibo al paese isolato, / ha salvato la popolazione rinchiusa nella chiesa minata».

Leggi tutto l’articolo dell’inserto Memoria Eclesiae su La Libertà del 9 dicembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *