In morte di don Antonio Maffucci

L’omelia per il sacerdote della Fraternità San Carlo

Pubblichiamo l’omelia preparata dal vescovo Massimo per il funeralei di padre Antonio Maffucci FSCB, celebrato in Cattedrale nel pomeriggio di mercoledì 2 dicembre. Con monsignor Camisasca, che ha presieduto l’Eucarestia, hanno concelebrato il Superiore della Fraternità San Carlo Borromeo don Paolo Sottopietra, il Vicario generale della stessa Fraternità don Emanuele Silanos, il Vicario generale della Diocesi monsignor Nicelli, don Giovanni Rossi, parroco dell’unità pastorale “Madonna di Campiano” (in cui prestava servizio don Maffucci in qualità di rettore del Santiuario del Beato Rivi a San Valentino), ed altri sacerdoti. le foto sono di Giuseppe Maria Codazzi. La registrazione della liturgia funebre è disponibile sul canale YouTube La Libertà Tv.

Cari fratelli e sorelle,
questa liturgia di comminato, che celebriamo con commozione e abbandono filiale alla volontà di Dio, si colloca all’inizio del periodo di Avvento. Non possiamo vedere in ciò se non un segno misterioso e provvidente di Dio che ci richiama a considerare non soltanto la venuta di Gesù nella storia – nella capanna di Betlemme –, non soltanto la sua venuta di ogni istante nel nostro cuore – attraverso il dono dello Spirito –, ma anche la sua venuta nella gloria quando, compiuto il tempo e riconosciuto che tutto è ormai nelle sue mani, consegnerà al Padre l’universo (cfr. 1Cor 15, 24). Da allora in poi sarà definitivamente concluso il tempo del dolore e della morte come abbiamo sentito profetizzare con chiarezza da Isaia nella lettura che la Chiesa oggi ci ha proposto.

Leggi tutto l’articolo di + Massimo Camisasca su La Libertà del 9 dicembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.