Non ci resta che… ridere In libreria il «Battutario casa e chiesa» di Edoardo Tincani

Si può cercare di affrontare la cupezza dell’era Covid anche con qualche lettura divertente, a colpi di umorismo. Risponde a questo obiettivo il nuovo libro di Edoardo Tincani, “Battutario casa e chiesa” (edito da Consulta librieprogetti, 132 pagine, 13 euro), disponibile in libreria, su Amazon (ma noi preferiamo le librerie), nonché in redazione, dove gli abbonati a La Libertà possono ritirarlo con uno sconto di tre euro a copia.

Il volume, arricchito dalla presentazione del vescovo Massimo Camisasca e dalle illustrazioni di Elisa Pellacani, contiene anche gli sviluppi della rubrica “Diario di casa mia” (pubblicata su questo giornale fino al 7 ottobre scorso), con diversi testi inediti: “Sguast food”, “Presepe virente”, “Indovina chi non viene a cena” sono alcuni dei nuovi titoli che si incontrano sfogliando il nutrito sommario. Lo stile richiama le pagine di “Family man. Diario semiserio di un marito cristiano cinque volte papà”, con riflessioni che vanno dalle mura domestiche ai tempi che cambiano, scanditi ormai dai Dpcm, condite da battute e giochi di parole.

La sezione “Chiesilarante” raccoglie altri testi misti, dalle 100 battute alla rinfusa “Risate in convento”, da una dilettevole “Hit parade” al capitolo “Scherza coi santi”, per sorridere con garbo del mondo cattolico anche dall’interno, tra personaggi inventati, libere interpretazioni della Scrittura e verosimili fenomeni pastorali.
Per dare un piccolo saggio di questo nuovo lavoro del direttore noi della redazione abbiamo scelto due estratti proprio da “Chiesilarante”. Il formato maneggevole si presta a una lettura sia continua che sporadica.

Paolo Battistelli
Emanuele Borghi
Giuseppe Maria Codazzi
Matteo Daolio

Continua a leggere su La Libertà del 9 dicembre 2020 un estratto del libro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *