Spopolamento, montagna inascoltata

La preoccupazione di Claudio Bucci per la vitalità dell’Appennino

Seppure di questi tempi l’attenzione generale sia giustamente rivolta all’emergenza pandemica, mi pare assolutamente necessario tenere viva l’attenzione sulle tematiche che attanagliavano il nostro territorio prima della pandemia e che forse, in modo aggravato, ci troveremo anche dopo. Avendo personalmente una certa attenzione/preoccupazione per la vitalità del nostro Appennino – con particolare riferimento al crinale – sono andato a riprendere (dagli scaffali) alcuni significativi progetti, atti, convegni riguardanti appunto il nostro territorio. Scorrendoli di nuovo ho trovato una continuità di idee, di analisi, di proposte, di impegni che mi pare utile richiamare, ritenendoli tuttora validi, non già per guardare indietro, bensì per stimolare e non tralasciare un impegno che sento vivamente.

Leggi tutto l’articolo di Claudio Bucci su La Liberà del 25 novembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *