Il gesuita, il comunista e l’agente segreto

Il reggiano Matteo Manfredini (si veda il riquadro) ha pubblicato il libro “Il gesuita comunista.
Vita estrema di Alighieri Tondi, spia in Vaticano” (Rubbettino, 240 pagine, 15 euro). Ai lettori de La Libertà lo presenta con questo suo testo.

Alighiero Tondi è un professore gesuita della prestigiosa Università Pontifica Gregoriana che, nell’aprile del 1952, abbandona la Chiesa per entrare improvvisamente nel Partito Comunista Italia-no.
La sua clamorosa abiura suscitò profondo scalpore nell’opinione pubblica ma è sempre rimasta avvolta da un alone di mistero. Chi era realmente Tondi? Quali ragioni stavano dietro la decisione di aderire al marxismo e di diventare un tribuno anticattolico che predicava l’infondatezza della religione?

Leggi tutto l’articolo di Matteo Manfredini su La Libertà del 21 ottobre 2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *