La leggerezza di Dio; concerto di Santo Stefano su testi di Paolo Curtaz

Da La Libertà del 25 dicembre…

Anche quest’anno IDML “Don Luigi Guglielmi” e Casa Madonna dell’Uliveto propongono, nel giorno di Santo Stefano – giovedì 26 dicembre alle ore 17 -, un appuntamento di Risonanze della Parola all’interno della cripta della Cattedrale, con l’intento di offrire un momento di riflessione e meditazione nell’intenso periodo delle feste natalizie.
La leggerezza di Dio è il titolo del libro del noto scrittore e teologo italiano Paolo Curtaz, nel quale l’autore invita il lettore a ritrovare il Natale autentico, riflettendo sulle ragioni della folle scelta di un Dio che viene a raccontarsi diventando uno di noi.
Ed è proprio attraverso la lettura dei testi di Curtaz, affidata all’artista Marina Coli, intrecciata alle musiche di Bach, Vivaldi, Haendel, Chopin, Saint-Saens, Cherubini, A. Adam eseguite dai musicisti e docenti dell’Istituto Diocesano di Musica e Liturgia (IDML) Sara Fornaciari (soprano), Marco Dallara (violino) e Daniele Incerti (pianoforte) che viene proposta agli ascoltatori questa ricerca di autenticità: “Voglio capire cosa è venuto a fare Dio nella Storia. Nella mia vita. Nella mia inutile vita. Voglio riscoprire tutta la stupenda pazzia di un Dio che diventa uomo. Per imparare ad essere uomo fino in fondo. Voglio riscoprire la leggerezza di Dio”.

 



Leggi altri articoli di Chiesa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *