Rexnord Flattop Europe di Correggio dona le ore di lavoro per fare volontariato I dipendenti sono coinvolti in progetti di solidarietà in favore di ragazze madri e bambini, animali abbandonati e protezione civile.

Dal mese di novembre i 156 dipendenti dello stabilimento di Correggio di Rexnord Flattop stanno 

partecipando all’iniziativa “giving back”, dedicata al volontariato.

Cristina Bertoli, HR Manager dell’azienda, spiega: “Rexnord retribuisce, su tutti gli stabilimenti del mondo, due giorni di permessi aggiuntivi all’anno per ogni dipendente che voglia donare un po’ del proprio tempo a favore della comunità locale attraverso attività di volontariato.

Questo è sicuramente un ottimo modo per potersi avvicinare, insieme ad altri colleghi, a questo tipo di attività e, contemporaneamente, essere d’aiuto a chi versa in condizioni di difficoltà, dando, nel nostro piccolo un contributo anche a livello di responsabilità sociale di impresa.

Abbiamo fatto diverse riunioni con i dipendenti per presentare questa nuova iniziativa, dopodiché abbiamo raccolto, mettendo insieme le idee di tutti, le varie proposte per definire i settori di intervento.

Ci siamo concentrati quindi su tre aree d’intervento: la casa -famiglia Mamma Nina di Carpi che aiuta ragazze madri e i loro bambini, la protezione civile locale e i centri di accoglienza animali (canili e gattili) di Carpi e Novellara. Sono già oltre 40 le ore donate, e come prossimo passo alcuni dipendenti si stanno informando per fare corsi per assistere malati oncologici.

Rexnord Flattop di Correggio fa parte della multinazionale americana Rexnord, fondata nel 1891 con sede a Milwaukee negli Stati Uniti, che, ad oggi conta, 58 stabilimenti produttivi in tutto il mondo.

Lo stabilimento di Correggio fa parte del segmento Rexnord FlatTop Chain, leader mondiale nel campo delle catene e componenti per nastri trasportatori per l’industria alimentare, bevande, confezionamento e automazione industriale, fornendo, su scala mondiale, i propri prodotti a costruttori di impianti, distributori ed utilizzatori finali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.