L’Orchestra Giovanile della Via Emilia al Teatro Bismantova Mercoledì 11 dicembre a Castelnovo un grande concerto sinfonico con la direzione di De Lorenzi

Mercoledì 11 dicembre 2019 alle ore 21 l’Orchestra Giovanile della Via Emilia torna a Castelnovo ne’ Monti per un nuovo concerto Sinfonico al Teatro Bismantova. L’Orchestra Giovanile della Via Emilia (Ogve), formata da oltre sessanta giovani musicisti dai diciotto anni in su, selezionati tra i migliori talenti dei Conservatori di Parma e Piacenza e degli Istituti Superiori di Studi Musicali di Modena e Reggio Emilia, si esibirà in un grande concerto sinfonico diretta dal Maestro Antonio De Lorenzi. Protagonista della serata sarà la Seconda Sinfonia di Brahms, ma ci sarà spazio anche per una composizione originale: “In Silva” per orchestra, scritta dall’allievo dell’Istituto Peri-Merulo Marco Elia Righi, studente di Composizione sotto la guida del Maestro Maurizio Ferrari, nonché cornista, e vincitrice del concorso per compositori 2019 indetto dalla Ogve.

L’ingresso, del costo di 16 euro, può essere acquistato direttamente il giorno del concerto al Teatro Bismantova di Castelnovo ne’ Monti.

L’Orchestra Giovanile della Via Emilia (Ogve) nasce nel 2018 con la finalità di offrire agli studenti l’opportunità di vivere un’esperienza professionale nei più prestigiosi Teatri della Regione Emilia-Romagna, l’orchestra si è già fatta apprezzare dalla critica e dal pubblico per la freschezza con cui affronta il grande repertorio sinfonico e lirico. Nei suoi concerti interpreta tra l’altro, in prima mondiale, composizioni create appositamente per lei da giovani allievi di composizione delle quattro Istituzioni. Si è esibita lo scorso ottobre nel Teatro Regio di Parma, nell’ambito del Festival Verdi 2019, in occasione del Gala Verdiano con il baritono Leo Nucci e il soprano Anastasia Bartoli, e nel Teatro Comunale Pavarotti di Modena, per il “Concerto lirico nel giorno del compleanno di Luciano Pavarotti”, in entrambi i casi diretta dal maestro Francesco Ivan Ciampa. Nel 2018 ha affrontato una produzione lirico-sinfonica (con un programma di ouverture, arie e duetti di W.A. Mozart, V. Bellini, G. Donizetti, G. Rossini e G. Verdi), portata in tournée nel Teatro Comunale Pavarotti di Modena (Galà lirico per il giorno del compleanno di Luciano Pavarotti), nel Teatro Verdi di Busseto, (nell’ambito di Verdi-Off), nella Sala dei Teatini di Piacenza, nel Teatro Bismantova di Castelnovo ne’ Monti. Ha collaborato con i direttori d’orchestra Francesco Ivan Ciampa, Antonio De Lorenzi, Giovanni Di Stefano, Michele Gamba. La banda di palcoscenico di OGVE ha preso parte all’opera Macbeth, inserita nel Festival Verdi 2018 del Teatro Regio di Parma; alla Stagione lirica 2019 del Teatro Regio di Parma, nell’opera Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi; al Festival Verdi 2019 per le produzioni I due Foscari e Nabucco.

Tra i progetti per il 2020, sono previsti un concerto al Teatro Valli di Reggio Emilia in gennaio, per la Festa del Tricolore; la partecipazione alla produzione Farfalle, ali di luce del compositore Joe Schittino al Teatro Comunale di Piacenza, in febbraio; “Il viaggio di Mozart in Italia – Mozart in Erasmus”, progetto realizzato in collaborazione con Parma 2020, Capitale della Cultura Italiana.

L’attività di OGVE si giova di un contributo del MIUR – Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca nell’ambito delle attività di produzione e ricerca del settore AFAM 2018, di finanziamenti di Fondazione Cariparma in seguito al bando Musica, Danza e Spettacolo dal vivo 2019, di Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, del Comitato nazionale per le celebrazioni del centenario della morte di Arrigo Boito, del patrocinio della Regione Emilia-Romagna e dei Comuni di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, nonché di borse di studio offerte da privati e del sostegno per le singole produzioni da parte delle fondazioni Teatro Regio di Parma, Teatro Comunale di Modena, I Teatri di Reggio Emilia, Teatri di Piacenza e Teatro Bismantova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.