Una poesia per la Bandiera

Ritrovata una poesia inedita di Ugo Bellocchi dedicata al vessillo nazionale

Pochi giorni fa Lisa Bellocchi, riordinando alcune carte del padre Ugo (foto), eminente studioso e giornalista scomparso nel 2011, ha ritrovato un manoscritto inedito contenente un componimento poetico dedicato alla bandiera nazionale.
Si tratta di cinque strofe in quartine, che lo studioso scrisse a mano su un foglietto volante, appuntando anche alcune brevi correzioni. “L’impressione – racconta Lisa – è quella di un componimento di getto, elaborato forse durante i numerosi studi sul Tricolore che accompagnarono tutta la vita di mio padre e che lo portarono, già nel lontano 1963, a definire le caratteristiche del Primo Tricolore, nato a Reggio il 7 gennaio 1797”.
“Ma, bandiera, tu ci sei, // con i tre colori sacri: // con il bianco, il rosso, il verde // che mio padre m’affidò. // io t’invoco, per la storia// che mio padre mi narrò, // per i tanti sacrifici // che l’Italia sopportò”, dice la poesia (testo integrale sopra).

Continua a leggere l’articolo di gar su La Libertà del 9 gennaio 2016

Clicca e abbonati al nostro giornale

Ugo-Bellocchi-Primo-Tricolore-(1)